50 consigli per sapere sempre che post scrivere

50 consigli per sapere sempre che post scrivere

Sono ormai 2/3 anni che sto provando a scrivere su blog o comunque su siti internet. Questi sono spesso stati blog personali, che ho creato appositamente per vedere com’era scrivere su internet, e un paio di volte siti di altre persone nei quali sono riuscito, contattandoli (come nel caso di questo sito) o essendo contattato, ad avere la possibilità di scrivere. Ritengo che questa sia un’esperienza fantastica, che chiunque abbia una qualsiasi passione deve provare. Non è infatti necessario amare la scrittura per pubblicare articoli online. Secondo me è sufficiente avere qualcosa da dire (alcune conoscenze, una passione, voglia di imparare e condividere) e una cultura grammaticale sufficiente a scrivere correttamente.

Tuttavia in questi anni mi sono imbattuto molto spesso in un problema: Cosa posso scrivere adesso?sapere sempre che post scrivere 2

Può sembrare strano, dato che poche righe fa ho scritto che per scrivere online è sufficiente avere qualcosa da dire, tuttavia penso che chiunque abbia provato questa esperienza, si sia chiesto almeno una volta cosa scrivere. Questo perchè di cose da dire ne hai, tuttavia spesso non sai da dove partire. Non sai se ciò che vorresti scrivere piacerà a chi leggerà l’articolo, non sai se siano cose ovvie quelle che vuoi dire, oppure ti imbatti nel famoso blocco dello scrittore.

Con l’esperienza, però, sono riuscito a crearmi alcune sicurezze, alcuni riferimenti, che mi permettono di sapere sempre che post scrivere. Non perchè sappia sempre cosa sia meglio scrivere, ma perchè ormai ho raccolto una buona quantità di risorse da cui so per certo che posso trovare in qualsiasi momento l’idea, l’ispirazione per un nuovo articolo.

Ho quindi pensato di condividere con te e con tutti i lettori di questo articolo un elenco di 50 risorse per sapere sempre che post scrivere, riferimenti, siti e consigli che ti consentiranno di avere sempre un’idea, una fonte di ispirazione che ti permetterà di rispettare, da oggi in avanti, gli appuntamenti del calendario editoriale del tuo sito/blog e sapere sempre che post scrivere.

50 spunti per un calendario editoriale ricco

1. Inizia a scrivere

Ok, probabilmente appena hai letto il primo punto della lista ti è venuta voglia di chiudere la pagina e andare asapere sempre che post scrivere 1leggere un altro articolo simile. Tuttavia ti chiedo di continuare a leggere.

Nel momento in cui non sai cosa scrivere, in cui si verifica il tanto temuto blocco dello scrittore, ho testato in questi anni che l’unica tecnica che funziona è quella di iniziare a scrivere. Tu inizia a digitare o a scrivere su un block notes tutte le idee che ti vengono in mente o anche i tuoi problemi, pensieri e riflessioni. Inconsciamente in tal modo libererai la tua mente e senz’altro in questa fase di brain storming ti verrà fuori un’idea utile per il tuo nuovo articolo. E se per caso non ti venisse niente in mente (anche se ne dubito), non disperare perchè qui sotto trovi altri 49 spunti utili per scrivere i tuoi nuovi articoli e sapere sempre che post scrivere.

2. Cerca su Yahoo Answers

Forse anche questo ti sembra strano. Ma prova a pensarci un attimo, per chi scrivi te sul blog? A meno che questo non sia un blog privato, non accessibile ai motori di ricerca, la risposta a questa domanda è: per chi ha un problema a cui rispondo nei miei articoli. Dov’è quindi che la gente pone le proprie domande? Su siti come Yahoo Answers, quindi andando a fare delle ricerche mirate alle tematiche da te trattate sul blog, su questi siti troverai le domande che i tuoi potenziali lettori si pongono. Quindi Yahoo Answers può essere un’importantissima fonte di spunti per i tuoi articoli ed aiutarti a sapere sempre che post scrivere.

Per andare su Yahoo Answers vai su questo link.

3. Cerca su Quora

Per questo punto non mi dilungo molto, in quanto Quora è il rivale “più serio” di Yahoo Answers, quindi le motivazioni di questo punto sono le stesse del precedente. Ti consiglio di confrontare sempre le ricerche e i risultati ottenuti, così da scrivere articoli più completi e che soddisfano maggiormente le richieste dei tuoi lettori.

Per andare su Quora vai su questo link.

4. Sfrutta le infografiche

Non so se sai cosa siano le infografiche, tuttavia ti assicuro che queste ti faciliteranno non poco la vita da blogger. Per infografica comunque si intende un’immagine, solitamente molto articolata e ricca di contenuto, attraverso cui vengono riassunte e presentate in modo molto più impressivo e sintetico alcune tematiche. Queste le puoi trovare su Pinterest e su Tumblr. Non poche volte mi è capitato di partire da un’infografica per argomentare un articolo di 500-600 parole. Per fare ciò ti basterà utilizzare il titolo dell’infografica come spunto, espandere quello che c’è scritto nell’infografica (spiegandolo meglio) e, attraverso le tue conoscenze e varie ricerche su internet, dare un tuo contributo (commentare, dire la tua esperienza). Non dimenticare infatti che, almeno che tu non debba scrivere una super guida da hacker, piena di tecnicismi o cose simili, la tua esperienza, i tuoi fallimenti, i tuoi successi e i tuoi commenti sono sempre apprezzati dai lettori, non sottovalutarli!

5. Trascrivi e amplia i video su Youtube

Anche Youtube, Dailymotion e tutte le altre piattaforme di condivisione video non sono da sottovalutare. Molti video infatti possono essere utilizzati come spunto, per essere poi ampliati con le tue conoscenze e ricerche. Non sottovalutare anche la semplice trascrizione del video, che a volte può risultare utile. Soprattutto se nel video si fanno vari passaggi veloci, ai quali difficilmente si riesce a stare dietro. Se ti limiti a trascrivere il video però, ti consiglio oltre a citare il video e l’autore, di condividerlo su un social network in cui è presente il creatore del video stesso (anche se fosse straniero, l’inglese va sempre bene!), rendendolo consapevole della tua trascrittura e magari avviando una discussione con lui! Ricordati che gli spunti per i nuovi articoli sono sempre dietro l’angolo..

6. Traduci i contenuti stranieri

Un’altra salvezza per il tuo blocco può essere l’incapacità di comprendere l’inglese di molti italiani. Se infatti te la cavi con l’inglese, ogni tanto puoi anche permetterti di tradurre articoli o video in inglese, o anche altre lingue se le conosci, ovviamente citando la fonte. In tal modo avrai soddisfatto ogni esigenza: sarai riuscito a scrivere un nuovo articolo e avrai reso fruibile un contenuto di qualità straniero a molti italiani.

7. Sfrutta i social network

Non so se il blog per cui scrivi possieda delle pagine o profili sui vari social network. Tuttavia in qualsiasi caso potrai sfruttarli per trovare svariati spunti. Nel caso in cui esistano pagine Facebook, Twitter, Google+, Linkedin o di altri social (magari in cui gli utenti siano attivi), ti basterà porre una domanda a nome del blog, avviare una discussione, condividere qualche contenuto. A questo punto non ti resta altro che sfruttare i commenti dei tuoi lettori sui social come punto di partenza per una riflessione, per un articolo vero e proprio. Se invece non esistesse alcun riferimento del blog sui social network (anche se penso siano fondamentali), nessun problema, puoi fare le stesse cose con il tuo profilo privato, magari chiedendo ai tuoi amici di partecipare sinceramente alle discussioni da te avviate. Oppure puoi anche taggare persone importanti del settore e intavolare qualche discussione con loro, spesso sono disponibili!

Ovviamente il discorso vale anche per i messaggi privati che ricevi sui social. Ricorda che tutto fa brodo!

8. Sfrutta i commenti sul tuo blog

Penso che in qualche articolo che hai pubblicato i tuoi lettori ti abbiano lasciato qualche commento, magari qualche domanda. Prova a pensare se invece di rispondere a queste domande con un ulteriore commento di un paio di righe rispondessi ai tuoi lettori con un altro post approfondito e ampio. Non sareste tutti più contenti? Loro avrebbero delle risposte complete ed esaustive alle loro domande e tu avresti un nuovo contenuto di qualità per il tuo blog. Quindi ricordati di non sottovalutare neanche i commenti sul blog.

9. Sfrutta anche gli articoli degli altri blog/siti

Non limitarti a guardare il tuo giardino! Non impegnarti unicamente a scrivere sul tuo sito e a curarti delle sue statistiche. E’ molto importante anche aggiornarsi sulla concorrenza per svariati motivi. In questo articolo ovviamente mi preme metterti al corrente di solo uno di questi: gli articoli degli altri siti possono essere degli spunti favolosi! Leggendo un articolo infatti diventi un lettore, proprio come i lettori del tuo blog. Ti accorgerai quindi molto più facilmente dei dubbi che lasciano gli articoli che leggi e delle relative lacune. Su queste, perchè non sviluppare un nuovo articolo? Oppure potresti anche sfruttare gli articoli altrui commentando, facendoti conoscere, rafforzando la tua presenza sul web. Attento però che non ti sto dicendo di fare spam sui blog altrui, ti sto solo dicendo di lasciare commenti di qualità, magari lasciando qualche riferimento (che non deve essere ovvio tipo: vai a leggere questo articolo sul mio blog dove mi sono spiegato meglio di te) ai tuoi profili social e al tuo blog, chi vuole ti cercherà dopo, stai tranquillo.

10. Non tralasciare i forum

sapere sempre che post scrivere 3I forum presenti su internet sono ormai moltissimi, perchè non sfruttarli? Sono certo che ci saranno almeno 10-15 forum che trattano la tua tematica (almeno che non parli dei vari tipi di sottobicchiere che esistono, ma in tal
caso sono contento di dirti che sei già il migliore blog della tua nicchia!). Inizia quindi nuove discussioni, sii attivo, rispondi ai dubbi degli altri con articoli approfonditi, insomma spremi ogni risorsa dei forum a cui ti iscrivi!

 

Fin’ora ti ho citato 10 fonti da cui puoi trovare moltissima ispirazione per i tuoi articoli futuri e sapere sempre che post scrivere, da adesso in poi invece proseguirò l’elenco dei 50 spunti per arricchire il tuo calendario editoriale con 40 tipologie di articoli, molto duttili ed adattabili ai più svariati contesti, che potrai utilizzare come modello, come copione per i tuoi nuovi post.

11. Fai una guida su come fare (o non fare) qualcosa

Scrivi quindi una guida, un “how to“, ti assicuro che sono tra la tipologia di articoli che più la gente cerca, perchè rispondono effettivamente ad una loro richiesta.

12. Fornisci una soluzione concreta ad un problema

Di vari problemi sulla rete si trovano numerose interpretazioni e versioni, se hai quindi dei dati alla mano, delle esperienze concrete, ti consiglio vivamente di fornire anche la tua soluzione concreta ad un determinato problema.

13. Pubblica un’intervista

Ci saranno senz’altro gli esperti del tuo settore, della tua nicchia. Prova a contattarli, chiedendo loro se sono disponibili a rispondere via mail, per via telefonica o in qualsiasi altro modo ad alcune domande. Magari te puoi ripagarlo scrivendo un guest post sul loro sito!

Se ti interessa io seguo questo sito in cui vengono pubblicate le interviste, mediante un podcast, di blogger e freelance di successo, te lo consiglio vivamente: Italian Indie

14. Scrivi un commento ad un fatto di attualità

Non sempre i contenuti che pubblichi devono essere strettamente correlati alle tematiche del blog, ovviamente sarebbe meglio. Ogni tanto secondo me ci sta un off topic. Commenta quindi un evento di attualità, un fatto che sulla rete sta riscuotendo particolare successo. Ovviamente questo articolo, anche se magari riscuoterà parecchio successo i primi giorni, dopo non raccoglierà alcuna visita. Magari però qualche lettore occasionale si è nel frattempo interessato al blog e continuerà a leggerlo, chi lo sa!

15. Inizia a pubblicare periodicamente un vocabolario con i termini del tuo settore

Senz’altro esistono svariati termini tipici della tua nicchia, perchè non far capire ai tuoi lettori che li conosci e li padroneggi bene? Spiega loro cosa significano e, magari, in futuro inizia anche ad utilizzarli più frequentemente.

16. Scrivi la recensione di un prodotto

Recensisci qualsiasi cosa possa interessare i tuoi lettori: un libro, un film, un telefono, una pentola, qualsiasi cosa va bene.

17. Fai un anticipazione

Scrivi un articolo in cui semplicemente spieghi cosa scriverai in futuro, descrivi un po’ quali sono le tue idee, il tuo calendario editoriale e anticipi qualche pubblicazione (magari di articoli che hai già tra le bozze, per non far attendere troppo i tuoi lettori).

18. Ricicla le vecchie pubblicazioni

Non dimenticarti che una volta pubblicato un articolo non devi dimenticartene! Devi periodicamente recuperarlo sui social network e, perchè no, anche in un nuovo articolo. Magari intitolato “i post più letti dell’anno”, oppure “perchè questo articolo ha riscosso particolare successo?”. Puoi anche recuperarli ponendoti un’autocritica: “perchè questo post non l’ha letto nessuno?”, ovviamente non accusando i tuoi lettori!

19. Parla di qualche news della tua nicchia

I siti che si dedicano unicamente alla pubblicazione di news, aggiornamenti, sono molto popolari solo se le news vengono pubblicate molto frequentemente nel sito. Quindi non ti consiglio di orientarti verso questo tipo di siti, se sei da solo. Tuttavia una news ogni tanto non fa male a nessuno, anzi ti porterà probabilmente un picco di visite di 1 o 2 giorni, per poi ovviamente tornare alle normali statistiche.

20. Parla del tuo blog

Ripercorri la storia del blog, la sua crescita, descrivi cosa ti ha portato o ha portato alla creazione del blog, illustra (se non sono segreti) i futuri piani, progetti e obiettivi che te, insieme agli altri redattori, vi siete posti. Non sempre i lettori vengono sul tuo blog perchè hanno qualche problema o domanda, ma i tuoi lettori più fidati sono anche curiosi!

21. Fai un confronto tra più prodotti o siti

Spesso i lettori si trovano indecisi tra due possibilità, magari te riesci a schiarire loro le idee illustrando i pro e i contro di entrambe!

22. Fai una lista con i migliori…

Quante volte ti è capitato di imbatterti in articoli tipo: “I migliori 30 documentari e film di informatica“, “I migliori 10 siti per imparare online” o “I 5 migliori icon pack Android“? Come puoi ben vedere questi esempi sono cliccabili perchè li ho scritti realmente, infatti li ritengo degli articoli molto utili. Allora perchè non scriverne uno anche te?

23. Scrivi un articolo “for dummies”

Anche questa tipologia di articoli è molto popolare, infatti non è sempre necessario scrivere articoli che trattano tematiche difficili. Talvolta è anche utile scrivere articoli per lettori non esperti, per gente che si approcia per la prima volta alla tua nicchia.

24. Scrivi un elenco di consigli, come questo

Non sottovalutare gli elenchi, sono una delle tipologie di post più apprezzate dai lettori! Allora perchè non scrivernesapere sempre che post scrivere 4 uno?

25. Completa la lista di un altro autore

Spesso su internet ti capiterà di trovare elenchi di consigli, servizi, risorse che saresti in grado di espandere con altri
punti. Allora perchè non farlo sul tuo blog? Ovviamente citando l’articolo di partenza e dicendo che ti ha ispirato.

26. Parla di qualcosa di gratuito

Ovviamente appena i lettori leggeranno la parola gratis vorranno leggere il tuo articolo! Questo è vero comunque, scherzi a parte, fornirai anche un importante contributo alla rete illustrando l’esistenza di alcune risorse o servizi gratuiti.

27. Poni una critica costruttiva a un prodotto,  un sito o qualsiasi cosa

Non solo i complimenti piacciono, ma anche le critiche se sono costruttive e sincere! Anche ai diretti interessati..

28. Suggerisci degli ebook, dei libri o film che ti sono piaciuti

Ovviamente è sempre meglio se questi sono collegati alle tematiche da te trattate sul tuo blog, cosa molto probabile a mio avviso.

29. Riprendi un post vecchio, magari superficiale, approfondendolo e espandendolo

Gli spunti non sono sempre distanti, ma spesso sono sotto il tuo naso! Perchè non recuperare un vecchio lavoro, sistemandolo e migliorandolo notevolmente?

30. Parla di te e di come ti sei avvicinato alla nicchia di cui parli

A meno che non stia scrivendo in un blog che è volontariamente anonimo e impersonale, ti consiglio di avvicinarti il più possibile ai tuoi lettori, magari dicendo loro anche qualcosa di te!

31. Scrivi per una settimana solo su un tema

Se hai in mente da tempo di trattare un tema particolarmente ostico, dal quale ti sei allontanato più volte perchè spaventato, ti consiglio di spezzarlo in tematiche più semplici e brevi. Pubblica quindi vari post sull’argomento, magari fornendo al termine della serie la possibilità di scaricare l’intera serie sotto forma di ebook.

32. Scrivi un post dove incoraggi i lettori a iscriversi al blog

33. Scrivi un post dove incoraggi i lettori a comprare o scaricare i tuoi infoprodotti

34. Pubblica i risultati di qualche tuo test, considerazione o esperimento

35. Esponi un case study di successo

36. Parla semplicemente di un problema che hai riscontrato

37. Fai una predizione: se andiamo avanti così secondo me…

38. Segnala i blog/siti della tua nicchia che vanno assolutamente seguiti

39. Cambia modalità espressiva

Non focalizzarti sulla scrittura di articoli di 500-600 parole, magari per riprendere l’ispirazione ti è sufficiente cambiare per un po’ il metodo espressivo. Parla ai tuoi lettori attraverso delle slide, una presentazione (se vuoi un’alternativa a Power Point leggi questo articolo o questo) o un video.

40. Fai un elenco con le citazioni del settore che ritieni più stimolanti

41. Fai una serie di domande, una sorta di quiz o sondaggio

42. Riprendi i risultati del sondaggio

43. Fai un post simpatico, umoristico, sempre però relativo agli argomenti del settore

44. Racconta la storia di uno dei brand famosi della tua nicchia

45. Assumi una posizione alternativa rispetto agli altri su un argomento particolare

46. Basa un post su una domanda retorica, fai dell’ironia

47. Racconta i problemi della tua nicchia, di gestire un blog, di lavorare come…

48. Guarda negli archivi degli altri blog e guarda quale post potresti ampliare

49. Trova una bella intervista e rispondi alle stesse domande

50. Scrivi una lista come questa, con le strategie che usi per trovare nuovi spunti per scrivere

Quest’elenco per sapere sempre che post scrivere è stato parecchio impegnativo da scrivere, tuttavia sono contento di averlo fatto perchè sono sicuro che sarà utile a più di una persona per sapere sempre che post scrivere. Se lo ritieni utile condividilo con i tuoi amici blogger, sui social network o con chi vuoi! Io infatti ci ho messo parecchio tempo a trovare tutte queste fonti e spunti che mi stanno aiutando giorno dopo giorno a trovare le idee per compilare il mio calendario editoriale. Ovviamente se conosci altre risorse, altri riferimenti o spunti che potrebbero aiutare me e chiunque altro a trovare gli spunti per creare nuovi contenuti e sapere sempre che post scrivere, scrivili pure nei commenti. Oppure espandi quest’elenco sul tuo blog, ovviamente citando la fonte, poi se vuoi metti il link nei commenti che mi interessa molto!

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook11Share on Google+5Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon58
Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

  • ceotecnoblog

    complimenti bel post fatto molto bene

    • Davide Murari

      Grazie mille, te avresti qualche punto da aggiungere alla lista?

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi