Disdetta Telecom: moduli e istruzioni

Disdetta Telecom: moduli e istruzioni

I motivi per cui si intende fare la disdetta Telecom e cambiare operatore telefonico sono tanti, ma quello che fa decidere a sostituire il vecchio operatore sono la qualità della rete dati ed il prezzo. Sulla prima non si discute, è la motivazione che prevale sulle altre, perchè la necessità di una rete internet efficiente è una prerogativa a cui non si può fare a meno. A casa ci colleghiamo al router con almeno 5 o 6 dispositivi tra cui smartphone, tablet, computer, SmartTV e altro, e pretendiamo sempre la massima velocità, quindi questo richiede una rete efficientissima. Da questo aspetto Telecom è competitiva rispetto agli altri operatori, ma quando si tratta di costi, l’abbonamento del tradizionale operatore telefonico è tra i più alti.

telecom3Nel settore telefonico la concorrenza è molto agguerrita e spuntano continuamente ottime promozioni che possono far decidere di cambiare operatore. Se questo è il tuo caso, non sempre è facile conoscere la giusta procedura per uscire dal vecchio operatore senza costarci caro.

Non lasciamoci illudere dal Decreto Bersani, che avrebbe dovuto togliere le penali per recesso anticipato, perchè le compagnie telefoniche, per aggirare l’ostacolo hanno introdotto i “costi di disattivazione” che arrivano puntualmente tramite fattura a recessione avvenuta.

Per evitare sorprese e pagare eventualmente solo quello dovuto contrattualmente, è importante rispettare i giusti tempi richiesti dalle varie procedure di disdetta per inviare la Raccomandata di recesso e spedire al mittente eventuali apparecchi in tuo possesso di proprietà Telecom come ad esempio il modem o l’apparecchio telefonico, dei quali tu hai solo il comodato d’uso.

Passiamo senza indugi alle varie procedure per fare la disdetta Telecom / TIM e passare ad altro operatore di telefonia fissa, oppure di cessare definitivamente il contratto senza aprirne un altro.

Recesso definitivo da Telecom

Se hai deciso di disdire definitivamente il tuo piano di abbonamento Telecom, il servizio telefonico, il servizio ADSL e restituire gli eventuali accessori a noleggio, la procedura è piuttosto semplice basta seguire i seguenti passaggi.

Recesso Telecom senza telefono a noleggio

Se nel tuo contratto di abbonamento con Telecom non è previsto l’apparecchio telefonico a noleggio, devi semplicemente compilare il modello di disdetta Telecom che ti proponiamo di seguito e sottoscriverlo. Il modulo compilato, insieme ad una copia di un valido documento d’identità, dovrai spedirlo tramite raccomandata A/R all’indirizzo: Telecom Italia S.p.A. Servizio Clienti residenziali – Casella Postale 211 – 14100 Asti (AT). La richiesta di recesso della linea verrà esaminata entro 15 giorni dall’invio della raccomandata.


WORD   MODULO DISDETTA TELECOM SENZA TELEFONO A NOLEGGIO


Questo è un un fac-simile in formato .doc che puoi compilare e stampare velocemente. Devi solo inserire i dati relativi all’intestatario del contratto e allegare copia del documento d’identità.

Recesso Telecom con telefono a noleggio

Se possiedi un telefono a noleggio Telecom e hai intenzione di interrompere il contratto, devi scaricare il modulo apposito che ti forniamo di seguito, compilarlo in ogni sua parte e spedirlo tramite raccomandata A/R all’indirizzo: Telecom Italia S.p.A. Servizio Clienti residenziali – Casella Postale 211 – 14100 Asti (AT), inoltre, dovrai allegare fotocopia di un tuo documento d’identità.

Entro 30 giorni dal recesso, dovrai restituire apparecchio telefonico, modem o altre apparecchiature in comodato d’uso consegnandoli in uno dei centri Telecom/TIM della tua città, oppure dovrai pagare consistenti penali per i dispositivi non consegnati.


WORD   MODULO DISDETTA TELECOM TELEFONO A NOLEGGIO


 

In entrambi i casi di disdetta Telecom con o senza telefono a noleggio, puoi anticipare la comunicazione tramite fax al numero 800.000187. Ti consiglio di conservare tutta la documentazione spedita per una eventuale verifica.

Costi di disattivazione Telecom

Se stai per recedere anticipatamente dal contratto, nonostante il Decreto Bersani abbia abolito le penali per recesso anticipato, gli operatori come Telecom possono imputare tali spese ad altre voci come spese necessarie alla disattivazione del servizio.

La disdetta Telecom comporta il pagamento dei costi di disattivazione, che variano in base al tipo di servizio a cui sei abbonato. Il costo di disattivazione è di 35,18 euro per le linee ADSL e di 99,00 euro per la linea in fibra ottica.

Recesso da offerte con prezzi promozionali

Se hai sottoscritto un servizio di abbonamento a Telecom contenente un’offerta promozionale con vincolo di un periodo prestabilito, devi considerare che il contratto può condizionare il riconoscimento dello sconto a una durata minima contrattuale. Per questi titpi di contratto, puoi tranquillamente disdire in anticipo, ma devi considerare che puoi perdere il diritto allo sconto, e se per un periodo hai goduto dello sconto, questo dovrai restituirlo in sede di recesso. Quindi ti consiglio di controllare in anticipo le clausole e i costi relativi alla disattivazione dei servizi.

Migrazione verso altro operatore

Se hai intenzione di passare da Telecom/TIM ad altro operatore, la procedura è più semplice, perchè l’incombenza della procedura di disdetta da Telecom viene presa in carico dal nuovo operatore nel momento in cui farai la richiesta del passaggio.

Se hai deciso di cambiare contratto e passare ad un altro operatore diverso da Telecom, mantenendo il tuo numero di telefono, devi richiedere al nuovo operatore la portabilità del numero fisso.

Dopo aver scelto il nuovo operatore, lo devi contattare telefonicamente oppure online e comunicare il codice di migrazione. Questo è un codice che identifica in maniera univoca la tua linea telefonica e ti consente il passaggio da un provider all’altro. Come recuperare questo numero? Lo troverai sia in bolletta oppure richiedendolo al 187.

Entro 10 giorni dalla tua richiesta otterrai il passaggio del numero. Dovrai compilare il contratto che ti verrà recapitato a casa e lo dovrai rispedire firmato all’indirizzo del provider che hai scelto.

La migrazione ad altro operatore non ti esimerà dalla restituzione delle apparecchiature di Telecom che hai in comodato d’uso con le modalità che abbiamo espresso precedentemente. Dovrai pagare anche i costi di disattivazione per interruzione del contratto.

Disdetta Telecom entro 14 giorni

Si può presentare il caso in cui hai attivato un contratto con Telecom da meno di 14 giorni e cambiando idea, hai intenzione di recedere dal contratto. In questo caso puoi far valere il tuo diritto di recesso e disdire il contratto senza pagare nulla. Per disdetta Telecom entro 14 giorni devi spedire il modulo che ti proponiamo di seguito tramite raccomandata A/R all’indirizzo: Telecom Italia S.p.A. Servizio Clienti residenziali – Casella Postale 211 – 14100 Asti (AT).


WORD   MODULO DISDETTA ENTRO 14 GIORNI


Questa modalità di recesso è riservata a chi ha sottoscritto l’abbonamento a Telecom fuori dai locali commerciali, come il canale online o telefonico. Diversamente, dovrai attenerti alle procedure che abbiamo indicato precedentemente. Se ti trovi in queste condizioni, non c’è differenza tra cessazione del servizio o migrazione ad altro operatore, potrai far valere del tuo diritto di recesso senza dover pagare nulla.

telecom1Attenzione, perchè le condizioni contrattuali per la disdetta Telecom potranno cambiare in qualsiasi momento, quindi è sempre consigliabile verificare le condizioni di recesso direttamente dal sito ufficiale di Telecom/TIM leggendo le condizioni generali di abbonamento e di Contratto.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook2Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon51
Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.