Espandere memoria interna Android su scheda SD - Guideitech

Come espandere memoria interna Android collegando scheda SD

E’ noto a tutti che Android è un sistema operativo mobile basato sul kernel Linux e attualmente sviluppato da Google con un’interfaccia grafica predisposta ad essere modificata e personalizzata dall’utente. Inoltre, Android è stato progettato principalmente per essere utilizzato sui dispositivi mobili touchscreen, quali smartphone e tablet.

Siamo ben consapevoli dei suoi vantaggi, ma il più grande limite non ancora risolto da Android OS è la famigerata e più irritante archiviazione insufficiente del dispositivo. La sete di espansione della memoria interna non è stata placata neanche sui nuovi dispositivi, e si ha ancora difficoltà ad espandere memoria interna Android ma ora siamo in grado di gestire ed espandere memoria interna Android collegando una scheda SD.

Prerequisiti per espandere memoria interna android

  • Per espandere memoria interna Android è necessario un dispositivo con i permessi di root (potete seguire una delle nostre guide).
  • Una scheda SD di almeno 8GB ed un lettore di schede.
  • Mini Partition Tool
  • Link2SD App

Attenzione: La seguente guida per espandere memoria interna Android, anche se seguita correttamente, può portare a risultati imprevisti. Prima di iniziare la procedura dovete sapere che questo processo può rendere la vostra scheda SD inutilizzabile se si commette qualche errore.

Procedimento:

  • Prendete uno smartphone o tablet Android con i permessi di root perfettamente funzionante.
  • Scaricate Minitool partition wizard appropriato per il vostro sistema. Installate seguendo la procedura guidata. Alla fine vi verrà chiesto di creare un collegamento sul Desktop per poterlo avviare velocemente quando serve.
  • Inserite la scheda SD in un lettore di schede collegato al PC e apritela sul vostro computer (comparirà la relativa icona nelle risorse del computer).
  • Fate un Backup sul computer di tutti i file presenti sulla scheda SD perché il partizionamento cancellerà tutti i dati contenuti.
  • Aprite Mini Tool sul vostro computer. Dall’applicazione individuate la scheda SD (assicuratevi di non selezionare l’unità disco del PC perchè potresti cancellare tutti i dati).
  • Selezionate la micro SD, fate click con il tasto destro su di esso e poi cliccate su Wipe Disk .

espandere memoria interna android 1

  • Ora create una partizione come nell’immagine qui sotto

espandere memoria interna android 2

  • Create una Nuova partizione come appare nella finestra di dialogo. In questa partizione andrete ad inserire tutti i file multimediali, assicuratevi di averla selezionata come partizione primaria e File system FAT32.

espandere memoria interna android 3

  • Allo stesso modo creare la seconda partizione selezionando il file system non allocato come mostrato di seguito.

espandere memoria interna android 4

  • In questa partizione verranno collocate tutte le app che verranno installate. Questa partizione è la partizione invisibile o fantasma e non verrà visualizzata nel file manager. Assicuratevi di selezionare, Partizione primaria e come filesystem Ext2 Linux.

espandere memoria interna android 5

  • La scheda SD è stata configurata correttamente, se avete dei problemi potete chiedere nei commenti.
  • Rimuovete la scheda SD in modo sicuro e inseritela nel dispositivo.

Dopo aver eseguito la procedura per espandere memoria interna Android e configurato correttamente la scheda SD, dobbiamo collegare le applicazioni copiate sulla scheda SD con la memoria interna del dispositivo. Installate l’app Link2SD dal playstore sul vostro dispositivo Android e godete se lo desiderate delle sue piene funzioni acquistando Link2SD Plus, diversamente potete utilizzare la versione gratuita.

  1. Aprite Link2SD e vi verrà chiesto suii privilegi di root del dispositivo. Verrà richiesto di scegliere tra ext2, ext3, ext4 e FAT32. Selezionare Ext2.
  2. Verrà creato lo script di montaggio e selezionate quando vi verrà chiesto di riavviare il dispositivo.
  3. Dopo averlo riavviato, comparirà un pop-up con un messaggio che tutto è andato bene.
  4. Avviate Link2SD ed assicuratevi che in Settings> Check Autolink sia abilitato (le nuove applicazioni installate saranno automaticamente collegate alla scheda SD).
  5. Se si dispone già di alcune applicazioni, selezionate l’applicazione che si desidera spostare e poi selezionate “Crea collegamento” (Assicuratevi di controllare le tre caselle: App, Dalvik-cache e file di libreria).
  6. Ora avete configurato correttamente Link2SD.

espandere memoria interna android 10

Completata la procedura per espandere memoria interna Android, ora è possibile installare sul dispositivo applicazioni pesanti, giochi pesanti come Asphalt 8, NFS Most Wanted, FIFA, GTA San Andreas …. ecc. senza preoccuparsi più della poca memoria del dispositivo.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook1Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon0
Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

  • superali1980

    salve ragazzi. volevo chiedere parere ai più esperti di una mia opinione. avevo il problema dello spazio nell’archivio interno (solo 1,14 Giga) e ho risolto con link2sd su scheda sd. il problema però è che da una parte, risolvendo quello dello spazio, installando su scheda sd classe 10 le app come facebook, messenger, whatsapp e giochi pesantucci vanno praticamente a scatti!!!! questo problema scompare invece se le app in questione vengono installate sul dispositivo. da qui deduco ovviamente che la memoria interna del dispositivo è più veloce della scheda sd. quindi vi presento la mia domanda:

    avendo un tablet con 1,14Gb di archivio interno e 5,05 Gb di archivio usb, invece di installare una scheda sd per poi partizionarla e usarla come archivio interno, si potrebbe partizionare l’archivio usb? se si potrebbe fare si avrebbe sicuramente più fluidità perché è sempre la ssd del dispositivo, comunque più veloce di una sheda sd classe 10. qulacuno di voi ha già provato?

    • Ciao, la procedura di unificare la memoria interna è possibile, però è molto difficile e rischiosa. La cosa più semplice che potresti fare è quella di flashare, se disponibile, una custom ROM per il tuo tablet che abbia le partizioni unificate.

  • superali1980

    però io non intendevo unificare le partizioni. mi spiego meglio. il mio tablet (cube talk8x) è di 8 gb di rom, di cui 1,14 di archivio interno e 5,09 di archivio usb. attualmete ho una microsd da 8gb, partizionata in 2 con 2gb per la ext (usata con link2sd) ed il resto come fat 32. quando l’ho collegato al pc per partizione la microsd , mi vede l’archivio interno (cioè quello da 5,09 gb) come partizione primaria in fat32. la mia idea è quella di ridimensionare questa partizione in ulteriori 2 partizioni di cui una ext (che utilizzerò con link2sd) e l’altra come fat32 per archivio usb, senza utilizzare la microsd da 8gb o comuque utilizzarla solo come normale archivio in fat32.

    • Ora ho capito meglio. Non penso sia fattibile quello che hai proposto. Si andrebbe a lavorare troppo a basso livello quindi servirebbero modifiche al sistema operativo ed al partizionamento della memoria, il che non è semplicissimo ed è molto rischioso.

  • superali1980

    io ovviamente ancora non ho provato, ma quindi tu pensi che con mini partition tools, che mi vede la partizione del tablet in fat32 (quella da 5,09Gb) non sia possibile ripartizionarla e fare una ext? cioè, quello che vorrei capire io è che, se mini partition tools la vede, vuol dire che si può partizionare. e ammettiamo che lo faccia, secondo te se poi ripristino il tablet alle impostazion i di fabbrica, c’è il rischio che rimanga in bootloop perché poi non riconosce la dimensione giusta? è questo in pratica il mio dubbio. che la partizione si possa anche fare, ma volevo sapere se al riavvio o ripristino potrebbero esserci problemi.

    • Non ho mai effettuato una procedura del genere, quindi non saprei dirti effettivamente se il metodo funziona oppure se potrai avere problemi in futuro.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi