Come riattivare dispositivo Android con tasto accensione rotto

Come riattivare dispositivo Android con tasto accensione rotto

Un tasto accensione rotto può rendere inutilizzabile un telefono Android. Per fortuna non è sempre così. Ci sono molte soluzioni che ti permetteranno di continuare a utilizzare lo smartphone con il tasto accensione rotto. Non esiste un metodo univoco per riavviare i dispositivi Android che presentano il problema di un pulsante accensione rotto. Per questo motivo, quello che abbiamo fatto in questo articolo, è quello di mettere insieme alcune delle tecniche di maggior successo che possono risolvere temporaneamente il problema. Se disponi di un dispositivo con tasto accensione rotto, sicuramente troverai il metodo che andrà bene per te.

DSC04151-610x457

Se il dispositivo dovesse essere bloccato sulla schermata di blocco, prova uno dei metodi indicati e leggi anche la nostra guida su Come sbloccare telefono Android.

Il dispositivo Android è acceso o spento?

Il metodo sarà diverso a seconda se il telefono è completamente spento o se è acceso ed è semplicemente in modalità di sospensione. Inizieremo con i telefoni che sono completamente spenti.

Il metodo di ricarica

La prima cosa da provare è quello di collegare il telefono ad un caricabatterie. Alcuni telefoni potranno avviarsi da soli con questa azione. Se questo non funziona, prova a collegarlo al tuo computer portatile tramite USB. Questo non funziona per una grande percentuale di telefoni Android, ma ci vuole così poco tempo che vale la pena provare.

I pulsanti Volume e Home

Tenendo premuti entrambi i pulsanti del volume a lungo sul dispositivo, può spesso far apparire un menu di avvio, da lì si può scegliere di riavviare il dispositivo. Il telefono potrebbe accendersi utilizzando anche una combinazione di tasti, come per esempio tenere premuto i tasti del volume mentre si tiene premuto anche il tasto home. Fai la prova anche con questo metodo.

Cosa fare quando il telefono è ancora acceso

Se il telefono è acceso ma si trova in modalità di sospensione, le cose sono un po’ più facile. Anche in questo caso, collegarlo ad un caricatore può svegliare diversi tipi di dispositivi. Puoi anche utilizzare il trucco di ricevere una chiamata, chiedendo ad un amico di far squillare il telefono. Se c’è un tasto home fisico (al posto di un pulsante touchscreen), premendo questo, di solito puoi svegliare un telefono Android. Se il telefono dispone di un pulsante fisico della fotocamera, questo dovrebbe anche attivare il telefono.

Una volta che è sveglio, un’applicazione può aiutarti

Se sei riuscito con successo ad utilizzare uno di questi metodi per attivare il tuo telefono Android, il prossimo passo potrebbe essere quello di scaricare una delle tante applicazioni che puoi utilizzare per accendere il telefono di nuovo senza utilizzare il tasto di accensione. Qui ci sono alcune app che possono fare al tuo caso:

Gravity Screen (gratuito) – Utilizza i sensori in-phone per rilevare quando il telefono viene preso in mano. Permette di SPEGNERE automaticamente lo schermo quando metti il telefono in tasca o sopra un tavolo e di ATTIVARE lo schermo quando lo estrai o lo sollevi. L’efficacia dell’applicazione dipenderà dalla qualità dei sensori del telefono, quindi potrebbe non essere la migliore soluzione se il telefono è un vecchio modello.

Proximity Actions (gratuito) – Questa applicazione utilizza il sensore di prossimità per attivare determinate azioni. L’accensione del telefono non è l’azione predefinita sull’applicazione, ma è possibile selezionarla nelle impostazioni.

Power Button to Volume Button (gratuito) – L’applicazione cambia la funzione del tasto del volume e quello del pulsante di accensione. E’ utile solo se si dispone di un pulsante fisico del volume sul tuo cellulare Android.

Le soluzioni che abbiamo proposto serviranno ad accendere il telefono e aggirare il problema del tasto accensione rotto, ma non può essere una soluzione definitiva. Queste soluzioni sono utili solo fino a quando non avrai avuto modo di risolvere definitivamente il problema. Le applicazioni precedenti anche se molto utili, possono però mettere a dura prova la batteria, facendola esaurire in modo più rapido.
In alternativa, puoi trovare sul web le soluzioni fai da te per la riparazione del pulsante di alimentazione. Tieni presente però che le riparazioni effettuate da soli prevede l’apertura del telefono, annullando la garanzia. L’ultima ipotesi, la più ovvia, quella di portarlo a riparare in un centro assistenza se il tuo smartphone ha l’assistenza in Italia.

Speriamo che hai trovato un metodo per risolvere, anche se temporaneamente, il problema del tasto accensione rotto sul tuo telefono Android.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook9Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon734
Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi