Office per iPad: le migliori tre alternative gratuite

Office per iPad: le migliori tre alternative gratuite

ipad-office

Quando Office per iPad è arrivato il mese scorso,ha provocato una sensazione agrodolce. L’euforia dopo la promessa di un vero uso produttivo sul tablet di questa app, silenziata dalla consapevolezza che l’applicazione era poco più di un visualizzatore di documenti, a meno che non si effettuava la sottoscrizione a Office 365.

La buona notizia è che la lunga attesa di una soluzione ufficiale di Office per iPad ha dato luogo a diverse applicazioni alternative all-in-one per ufficio, che costano poco o nulla, molti dei quali ancora disponibili su App Store.

Mentre nessuna suite di terze parti è in grado di replicare perfettamente il vero Office della Microsoft, queste tre app gratuite che vi proponiamo ci vanno molto vicino. Le abbiamo testate con un occhio verso l’usabilità, il supporto cloud e la fedeltà ai formati di file Office. Ognuno ha punti di forza, come ad esempio una più elegante interfaccia, o meglio il supporto dei file o il cloud, ma ognuno di questi svolgerà il proprio lavoro egregiamente.

HopTo (Free)

HopTo è relativamente nuovo rispetto alle molte applicazioni all-in-one per ufficio. La sua interfaccia a schede somiglia di più ad un browser web invece di un tipico word processor, ma la sua galleria visiva di tutti i documenti impostata su tre righe di scorrimento, rende la navigazione tra i documenti una delle più facili tra queste applicazioni. E’ anche l’unica suite in questo round up che consente di passare tra più documenti affiancati.

In HopTo è possibile visualizzare, modificare e creare file Word ed Excel, ma le presentazioni di PowerPoint per il momento possono essere solo visualizzate.

hopto

Cliccando su un documento o foglio di calcolo, viene lanciata una barra degli strumenti nella parte inferiore dello schermo contenente opzioni di formattazione di base. L’amministratore delegato di HopTo, Eldad Eilam, ha sostenuto che HopTo offre “perfect pixel” per la compatibilità con Office. La nostra esperienza conferma che la fedeltà dei file ed il tenere traccia delle modifiche apportate sono impeccabili. HopTo visualizza le modifiche apportate a un documento Word, ma offre scarse informazioni sulle revisioni e non c’è modo di accettarle o rifiutarle, e questo limite ostacola il lavoro in gruppo sui documenti.

HopTo supporta praticamente tutti i principali servizi cloud non offerti da Apple. Tuttavia, una volta che si associa HopTo a un account cloud, non c’è modo di poterne uscire. L’ unica soluzione è quella di ripristinare HopTo dalle impostazioni di iOS, che consentirà di annullare tutti i tuoi account di cloud e di poterli ricollegare. Non è suffiente per poter sconsigliare questa app, ma può essere faticoso se si passa frequentemente tra diversi cloud. HopTo offre anche un programma di installazione desktop remoto gratuito, che ti permette di accedere ai file sul vostro Mac o PC Windows dal tuo iPad.

QuickEdit (Free)

La popolare app Office2 HD all-in-one è stata recentemente acquistata da Citrix e rinominata Sharefile QuickEdit, ma resta comunque una soluzione eccellente per la compatibilità con Office. È possibile visualizzare, modificare e creare documenti in Word, Excel, e PowerPoint. Abbiamo verificato l’integrità dei documenti per i primi due tipi di file, ma ha avuto alcuni problemi minori con l’ultima applicazione.

quickedit

Purtroppo, l’interfaccia rigida di QuickEdit non vincerà alcun premio di design. A differenza della semplice interfaccia utente di HopTo che si mostra elegantemente ordinata, QuickEdit è dotato di un solo pannello di navigazione posto a sinistra e la finestra del documento sembra essere ben disegnata. Una barra degli strumenti laterale a scorrimento nella parte superiore offre la maggior parte delle opzioni di formattazione di base di Office, anche se la possibilità di creare o modificare tabelle in fogli di calcolo Excel è vistosamente mancante.

Dove QuickEdit brilla è nella collaborazione. L’applicazione tiene traccia delle modifiche con gli stessi palloncini colorati utilizzati nelle revisioni di Office, rendendo più facile identificare più autori in un documento. Vanta, inoltre, il maggior numero di opzioni in ogni applicazione di file-sharing: edit veloce, fornito con 1 GB di spazio gratuito ShareFile; supporto per quasi una dozzina di servizi cloud, tra cui Dropbox, Google Drive, mydisk, Box e OneDrive; e la possibilità di connettersi ad account WebDAV generici.

Quickoffice (Free)

Un paio di anni fa, Google ha acquistato Quickoffice, la popolare suite per iPad Quickoffice Pro HD. L’applicazione non ha perso però molto lustro nel passaggio. Questa app fornisce ancora alcuni dei migliori supporti per la visualizzazione, la creazione e modifica di file Word, Excel e PowerPoint. (Curiosamente, non supporta i documenti di Google. Per quelli, è necessario l’applicazione separata Google Drive).

quickoffice

L’interfaccia di Quickoffice è pulita e intuitiva, con una semplice barra degli strumenti nella parte superiore che fornisce tutte le funzioni di Office di base e le opzioni di formattazione. Il rilevamento delle modifiche è ben fatto: ogni aggiunta o cancellazione sono contraddistinte da un pulsante più o meno. Premendo il pulsante si apre una finestra con il nome dell’autore, il contenuto della modifica e le opzioni per accettare o rifiutare la modifica.

Una delle opzioni che è stata persa con il passaggio a Google di Quickoffice, è stato il supporto completo del cloud. Se prima l’app poteva sincronizzarsi con i servizi cloud più popolari come Dropbox e Evernote, ora, non a caso, si collega solo a Google Drive. Ma se essere legato al cloud di Google non vi preoccupa, Quickoffice saprà colmare il divario con Office.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon0
Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi