Le novità tecnologiche che il 2014 ci lascia in eredità

Le novità tecnologiche che il 2014 ci lascia in eredità

Anche il 2014 sta per giungere al termine, e come ogni anno si cerca di fare un riepilogo sulle maggiori novità che si sono viste in ambito tecnologico. Quello che sta per concludersi verrà ricordato certamente come l’anno dei werable devices, ovvero tutti quei dispositivi tecnologici che possiamo indossare come Smartwatch o braccialetti per il fitness.

project-glass

Non bisogna però dimenticare gli aggiornamenti ricevuti da smartphone e tablet, che hanno iniziato ad essere prodotti con processori a 64-bit sempre più performanti e schermi 2K dall’elevata densità di pixel. In questo articolo cercheremo di riassumere i prodotti che hanno avuto maggior successo ed hanno incuriosito maggiormente il pubblico nel corso di questo anno.

Smartphone

Apple-iPhone-6-PlusLa potenza di calcolo raggiunta dagli smartphone di ultima generazione ormai eguaglia quella dei PC di qualche anno fa. Processori quad-core e octa-core da 64-bit, accompagnati da 3/4GB di RAM, consentono agli smartphone di eseguire ogni tipo di operazione in mobilità, senza passare dal computer. Scrivere documenti, inviare email o anche ritoccare immagini e lavorare su PDF sono operazioni che noi tutti siamo in grado di fare con uno smartphone, agevolati soprattutto dalle dimensioni degli schermi che, come nel caso di iPhone 6 Plus o Nexus 6, possono arrivare fino a 5.5″ e 6″ rispettivamente.

Tra gli smartphone più venduti e apprezzati dell’ultimo anno, 3 sono quelli che hanno riscosso maggior successo tra il pubblico:

  • OnePlus One: forse è stato lo smartphone più atteso degli ultimi anni. Con uno schermo da 5.5″, processore Snapdragon 801 da 2.5GHz e 3GB di RAM, è riuscito a riscuotere un enorme successo grazie al suo prezzo di lancio: 279€ per la versione da 16GB e 349€ per la versione da 64GB.
  • Samsung Galaxy Note 4: Il Galaxy Note 4 è anch’esso uno smartphone con un ampio schermo da 5.7″. Monta un processore Snapdragon 805 da 2.7GHz e 3GB di RAM. Viene venduto con una memoria interna da 16GB espandibile tramite Micro SD. Quello che ha reso il Note 4 il migliore nella categoria dei phablet è certamente il pennino, he riesce a fornire una esperienza d’uso davvero appagante.
  • iPhone 6/6 Plus: Apple quest’anno ha deciso di rivoluzionare completamente l’iPhone introducendo ben due modelli con differenti dimensioni dello schermo. L’iPhone 6 presenta infatti uno schermo da 4.7″, mentre l’iPhone 6 Plus uno schermo da 5.5″. Inoltre lo spessore è stato ulteriormente ridotto, rendendo lo smartphone di Apple il più sottile in commercio.

Tablet

ipad-air-2-release-date-mainNel settore dei tablet, per quanto Android con la nuova versione 5.0 Lollipop abbia fatto molti passi in avanti, Apple è ancora l’azienda leader. Il nuovo iPad Air 2 presentato lo scorso ottobre ha ricevuto moltissimi aggiornamenti, che lo hanno reso ancora più leggero e sottile. Inoltre per la prima volta, Apple ha deciso di inserire 2GB di RAM in un suo dispositivo iOS, e questo, oltre ad aumentare la velocità del nuovo iPad, permette di gestire meglio tutte le attività in multatiking. Anche la fotocamera è stata aggiornata, e permette ora di registrare video in slow motion così come iPhone 5S e successivi modelli.

Smartwatch

moto-360-android

Come introdotto ad inizio articolo, il 2014 è l’anno degli smartwatch. Google ha rilasciato il nuovo sistema operativoAndroid Wear mentre Apple ha annunciato Apple Watch, che verrà commercializzato a partire dai primi mesi del 2015.

I primi orologi con Android installato possono essere già acquistati, e tra questi non possiamo che segnalare due smartwatch in particolare, che si sono contraddistinti per il loro design: Motorola Moto 360 e LG G Watch R, entrambi con design circolare e che si avvicinano molto alle forme di un classico orologio analogico.

Fotocamere/Videocamere

Z-FZ1000-FRONTRIGHT

Gli smartphone hanno completamente rimpiazzato le fotocamere, almeno quando vogliamo fare degli scatti veloci con gli amici. Per chi cerca una fotocamera in grado di effettuare ottimi scatti in tutte le condizioni di luce, bisogna ancorar affidarsi a fotocamere professionali o reflex. Nel 2014 sono state messe in commercio fotocamere digitali in grado di catturare immagini in 4K.

La prima ad essere stata commercializzata è stata la Panasonic FZ1000, dotata anche di un sensore MOS di 1 pollice. Grazie allo zoom ottico 16x con apertura focale F2,8-4,0, è possibile produrre sfocati molto gradevoli. La FZ1000 emerge anche tra le innumerevoli videocamere, in quanto è in grado di registrare video in risoluzione 4K QFHD 4K 3840×2160, fino a 25fps (PAL). Inoltre è possibile estrapolare dai video 4K immagini da 8 MP di risoluzione. Rispetto al precedente modello, la messa a fuoco è stata migliorata notevolmente, con un incremento di velocità del 275% dato dalla tecnologia Panasonic Depth from Defocus.

La velocità di messa a fuoco raggiunge i 0,09 secondi in grandangolare ed i 0,174 secondi in tele utilizzando il mirino elettronico Live View Finder (LVF), che permette di immortalare con accuratezza soggetti in movimento.

81n-6VTde6L._SL1500

I navigatori gps hanno riscosso molto successo nell’ultimo decennio, tanto da essere diventati indispensabili nella vita di tutti i giorni per poter spostarsi. Oggi ogni smartphone, tramite l’antenna GPS integrata, può funzionare da navigatore satellitare, ma molto spesso le mappe possono essere utilizzate solo in presenza di una connessione.

Per poter utilizzare il navigatore anche quando non abbiamo una connessione a internet stabile, la soluzione migliore è quella di acquistare un dispositivo da poter tenere sempre in macchina. Tra i migliori navigatori troviamo ancora oggi TomTom Go, che con la serie 500 e 600 attualmente in vendita, offre schermi da 5″ e 6″ touch screen, mappe 3D e aggiornamento del traffico in tempo reale.

Se si vuole provare qualcosa di nuovo, Garmin ha rilasciato il Nuvi 2597, un navigatore che integra l’innovativa funzione Real Direction, in grado di fornire indicazioni stradali aggiornate basandosi su riferimenti in tempo reale. Inoltre è presente un indicatore di corsie dinamico, l’aggiornamento gratuito delle mappe, comandi vocali, limiti di velocità e registrazione dei punti di interesse.

Questo è quanto abbiamo potuto apprezzare nel corso del 2014.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon0
Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi