Recensione: cuffie Bluetooth iClever BoostRun

Recensione: cuffie Bluetooth iClever BoostRun

Apple, con il nuovo iPhone 7, sta tracciando la strada del prossimo futuro dei dispositivi tecnologici. Tutte le connessioni dovranno avvenire in modalità wireless. Per questo motivo è stato eliminato definitivamente la porta jack da 3.5mm. È ora di iniziare a cercare cuffie bluetooth da potere abbinare ai nostri dispositivi tecnologici. Siano essi smartphone, tablet o PC. Infatti nel prossimo anno molti produttori adotteranno la stessa scelta attuata da Apple. A tal proposito ho deciso di rinnovare tutti gli auricolari di casa, ed ho voluto provare un nuovo modello di cuffie Bluetooth iClever.

Come design ricorda molto le cuffie Beats in-ear rinnovate di recente. Sono state studiate principalmente per essere indossate durante le attività sportive e possono essere acquistate ad un prezzo molto conveniente. Su Amazon infatti le cuffie Bluetooth iClever BoostRun possono essere acquistate al prezzo di 20.99€. Se sei interessato all’acquisto ma vorresti avere più informazioni su questo prodotto, continua a leggere la recensione.

Cuffie Bluetooth iClever BoostRun

Design e caratteristiche

Cuffie Bluetooth iClever - 3

Le iCliever BoostRun sono delle cuffie Bluetooth da collocare nella fascia delle cuffie in-ear. Ogni auricolare è formato da un piccolo rettangolo in plastica, su ognuno dei quali sono presenti i chip delle cuffie, il tappo auricolare da inserire all’interno dell’orecchio ed un supporto da agganciare dietro l’orecchio. L’auricolare sinistro è privo di tasti. Integra invece un piccolo LED per indicare lo stato delle cuffie Bluetooth ed una porta microUSB. Essa è chiusa ermeticamente da un rivestimento in gomma. L’auricolare destro, invece, è dotato di un tasto multifunzionale, utile per rispondere alle chiamate oppure mettere in pausa o avviare la riproduzione di brani. In basso invece sono posizionati i due tasti del volume e cambio traccia.

cuffie-bluetooth-iclever-5

I due auricolari sono collegati tra di loro da un pratico filo gommato di colore verde fosforescente. Il filo è piatto, così da evitare che si ingarbugli quando teniamo le cuffie Bluetooth in tasca oppure durante l’attività fisica.

Come detto, le cuffie Bluetooth iClever BoostRun sono di tipo in-ear. Questo significa che devono essere infilate all’interno dell’orecchio. Per potersi adattare al meglio a tutti i tipi di orecchie, in confezione vengono forniti tappi auricolari di tre dimensioni differenti. La scelta di tali tappi è fondamentale, in quanto devono calzare perfettamente con il canale uditivo. La connessione tra le cuffie ed i dispositivi elettronici, infine, avviene tramite la tecnologia Bluetooth, qui presente nella versione 4.1 Low Energy.

Comfort e indossabilità

La prima operazione da effettuare quando si usano per la prima volta le cuffie Bluetooth iClever BoostRun è la scelta dei tappi auricolari. Tra le funzionalità offerte da questo dispositivo c’è la cancellazione del suono esterno. Se le cuffie non aderiscono perfettamente con l’orecchio, i rumori non potranno essere eliminati e non si potranno sfruttare pienamente le cuffie. Le tre dimensioni sono standard, e dovrebbero adattarsi ad ogni orecchio. Io non ho trovato difficoltà a trovare i tappi auricolari della mia taglia.

cuffie-bluetooth-iclever-4

Spesso le cuffie in-ear creano disagio se indossate per molto tempo. Sono rimasto piacevolmente stupito come, utilizzandole giornalmente, sono stato in grado di indossarle durante una sessione di circa 2 ore senza notare fastidiosi disturbi. La forma dei tappi auricolari e l’arco da agganciare dietro l’orecchio riescono ad offrire un ottimo comfort. La piena aderenza con il canale uditivo riesce anche a garantire un alto grado di isolamento. Quando le indosso per ascoltare musica o podcast, non riesco a percepire nessun rumore intorno a me.

La solidità e la fermezza con la quale le cuffie Bluetooth di iClever si agganciano alle orecchie si avverte anche durante l’attività sportiva. Le ho indossate durante la corsa e, durante tutta l’attività, non si sono mai sganciate dalle orecchie.

Qualità del suono

Oltre all’ergonomia, l’aspetto fondamentale da valutare in un paio di cuffie Bluetooth è la qualità del suono. L’audio è molto avvolgente. Questo si deve anche alla cancellazione del suono esterno e all’isolamento dell’orecchio. A volte però si ha la percezione che alcune tonalità siano falsate, in quanto suonano più basse di quanto dovrebbero essere. Queste cuffie Bluetooth infatti spingono molto i bassi per creare una sensazione di immersività. Un effetto che può piacere o meno a seconda dei gusti. Io sono alla ricerca dell’alta fedeltà del suono. Fedeltà che a volte viene a mancare con queste cuffie.

cuffie-bluetooth-iclever-2

Rapportando opportunamente la qualità delle cuffie, si percepisce quasi lo stesso effetto offerto da un paio di cuffie Beats: bassi esaltati, anche a costo di modificare la percezione del suono, al fine di avvolgere maggiormente l’ascoltatore. Questo effetto si percepisce maggiormente quando entrano in gioco le alte frequenze.

A conti fatti, la qualità non è da disprezzare. Considerata la fascia di mercato in cui queste cuffie Bluetooth cercano di collocarsi, cioè quella degli sportivi, la maggior parte degli acquirenti ascolteranno canzoni ricche di bassi. E questo effetto riuscirà a coinvolgere maggiormente l’atleta durante la sua sessione di allenamento.

Altre funzionalità e durata della batteria

Come funzioni aggiuntive, le cuffie Bluetooth iClever BoostRun integrano un microfono che permette di effettuare chiamate quando collegate ad uno smartphone. Al fine di garantire un buono ascolto della nostra voce da perte dell’interlocutore, è consigliabile utilizzare queste cuffie Bluetooth in ambienti poco rumorosi. Il target, come detto, è quello sportivo, perciò quella del microfono è un’aggiunta che può tornare utile se utilizzata in poche occasioni ed in ambienti adatti.

cuffie-bluetooth-iclever-1

Una cosa che ho apprezzato è il funzionamento dei tasti del volume. Quando abbinate ad un dispositivo iOS, i controlli del volume permettono di gestire l’audio di sistema di iPhone e iPad. Questa sembra una funzionalità scontata, ma spesso gli auricolari Bluetooth hanno un audio interno separato da quello dello samrtphone. Quindi bisogna gestire separatamente i due volumi. Purtroppo su Android i tasti del volume gestiscono un audio interno alle cuffie e non quello dello smartphone. Sempre su iOS, infine, è possibile controllare la carica rimanente di batteria tramite il widget di sistema richiamabile dal centro di notifiche.

Infine, per quanto riguarda la batteria, sono stato in grado di utilizzare le cuffie per circa 6 ore di ascolto non continuo. Un risultato soddisfacente che permette così di garantire circa due giornate di ascolto prima di mettere in carica le cuffie Bluetooth iClever BoostRun. La fase di ricarica, invece, viene completata in 2 ore circa.

Conclusioni

Sento di consigliare le cuffie Bluetooth iClever BoostRun alle persone che cercano degli auricolari da indossare quando fanno sport. Ergonomia e comfort sono ottimi. Forse le migliori cuffie che ho provato da questo punto di vista. L’audio punta molto sui bassi. Anche le alte frequenze vengono condizionate da questo fattore, ma questa caratteristica riesce a rendere l’audio più avvolgente.

Se sei interessato all’acquisto delle cuffie Bluetooth iClever BoostRun, puoi farlo su Amazon dove vengono vendute al prezzo di 20.99€.

PRO

punto-verdeOttima ergonomia.

punto-verdeLa batteria garantisce 6 ore di utilizzo.

punto-verdeI bassi riescono a creare un ottimo effetto avvolgente.

CONTRO

punto-rossoAlcune tonalità vengono falsate da bassi troppo pronunciati.

DA VALUTARE

punto-gialloI tasti del volume, su Android, gestiscono un audio interno alle cuffie e non quello dello smartphone.

Se ti è piaciuto questo articolo, ci farebbe piacere se lo condividessi
Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on StumbleUpon12
Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e se apprezzi il nostro lavoro scopri come supportarci ♥
simone

Simone Montalto - Webmaster e Editor

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi