L’aggiornamento iOS 13 del prossimo anno rivoluzionerà l’esperienza su iPad

Apple ha in programma di rilasciare diverse novità di rilievo nell’aggiornamento del prossimo anno di iOS. Nome in codice Yukon. Questo è quanto scrive su Twitter Mark gruma, giornalista della testata  Bloomberg molto conosciuto in ambito Apple. iOS 13 rivoluzionerà completamente l’esperienza utente di iPad, rendendola più completa e simile a quella di un Mac. Inoltre molte app di sistema dovrebbero integrare nuove interessanti funzionalità. Secondo Mark Gurman, le aree di interesse sono principalmente quattro.

Novità per iPad il prossimo anno con iOS 13

ios 13 iPad

Miglioramenti all’app File

Una versione migliorata dell’app File, che ha fatto il suo debutto lo scorso anno e che ha portato per la prima volta un file manager sia su iPad che su iPhone. Non si conoscono bene i dettagli della nuova versione dell’app ma sappiamo per certo che gli ingegneri di Apple possono lavorare su solide basi.

La prima versione, introdotta in iOS 11, si integra perfettamente con il sistema operativo, permettendo di interagire con tutte le app che implementano il supporto a File, come ad esempio DropboxGoogle DriveDocuments. Certamente si lavorerà per rendere il file manager ancora più intuitivo e penso non mancheranno funzionalità per rendere un iPad il sostituto ideale di un PC.

Supporto multi-tab

Apple si starebbe concentrando anche nel migliorare l’esperienza utente delle singole app sviluppate da società terze. Gli sviluppatori potrebbero essere finalmente in grado di poter gestire nitidamente più tab della stessa applicazione, così come già avviene su Mac. Questa caratteristica permetterebbe di avere più istanze della stessa applicazione attive nello stesso momento, facilmente visionabili tramite la gestione dei tab (un po’ come fa Safari quando si aprono più schede del browser).

Allo stato attuale gli sviluppatori devono gestire manualmente l’integrazione di un sistema a più tab, rendendo l’esperienza utente poco uniforme. L’integrazione ufficiale di questa funzionalità potrebbe portare non solo benefici dal punto di vista della user experience, ma anche maggiore integrazione con il sistema operativo.

Due finestre della stessa app in modalità Split View

Diretta conseguenza di quanto appena descritto potrebbe essere la possibilità di affiancare due finestre della stessa app nella modalità Split View. Lo scorso anno iOS 11 ha migliorato notevolmente la gestione di due/tre applicazione aperte contemporaneamente. Uno dei limiti di questo sistema è l’impossibilità di avere due finestre della stessa app aperte contemporaneamente e visibili sullo schermo. iOS 13 dovrebbe risolvere questa mancanza.

Altri miglioramenti

Per finire, sembra siano in programma anche dei miglioramenti alla Apple Pencil non specificati. Non si sa che Mark Gurman si riferisse ad un nuovo modello della penna oppure ad una migliore integrazione software del modello attualmente presente sul mercato.

Il giornalista di Bloomberg ha annunciato precedentemente che molte funzioni programmate in origine per iOS 12 sono state rimandate ad iOS 13. Questo cambio di strategia permetterà ad Apple di lavorare alla risoluzione dei bug ed al miglioramento delle performance degli attuali sistemi operativi. Tra le funzionalità rimandate sono presenti una Home Screen completamente rinnovata (soprattutto su iPad, che è il dispositivo che soffre maggiormente la pagina iniziale così come è presente nella versione attuale di iOS) ed una versione rivisitata dell’app Foto.

Nonostante le maggiori funzionalità siano state rimandate al prossimo anno, non dovrebbero mancare delle novità in iOS 12 (che ricordo verrà presentato il prossimo mese di giugno, con rilascio ufficiale nel mese di settembre). Mark Gurman pensa che almeno un cambiamento importante verrà presentato nella prossima versione di iOS, che coinvolgerà anche macOS 10.14: il supporto alle applicazioni multi-piattaforma.

È da qualche settimana che si fanno sempre più insistenti le voci che prevedono la possibilità di eseguire le app per iPhone e iPad anche su Mac. In merito a questo argomento sono presenti però dei pareri discordanti. John Gruber, redattore di Daring Fireball e conosciuto per avere uno stretto legame con Apple ha dichiarato che Apple introdurrà questa funzionalità in concomitanza del rilascio di iOS 13 e macOS 10.15.

Tra le novità minori di iOS 12 dovremmo trovare maggiori personaggi per le Animoji, con il supporto anche ad iPad e non solo ad iPhone X. Inoltre dovrebbe essere possibile utilizzare le Animoji anche durante una videochiamata FaceTime. Non mancheranno miglioramenti ai controlli parentali, alla funzione non disturbare ed il supporto multiplayer per i giochi a realtà aumentata. Non ci resta che attendere la WWDC 2018, la conferenza annuale che Apple tiene nel mese di giugno durante la quale svela al mondo tutte le nuove funzionalità dei suoi sistemi operativi. L’appuntamento quest’anno è fissato per il 4 giugno.

Altra novità in casa Apple per il prossimo anno è il nuovo MacBook Pro modulare. In questo articolo puoi approfondire l’argomento.

Condividi.

Informazioni autore

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Articoli Correlati

Lascia un commento

avatar
  Iscriviti  
Avvisami