Come effettuare Backup automatico Windows

Effettuare continuamente un backup di sistema del nostro computer è molto importante per salvaguardare i nostri dati. L’ideale sarebbe effettuare un backup dei file più importanti ogni fine giornata, ma tale operazione, come puoi ben pensare, risulta molto noiosa e potrebbe richiedere molto tempo. Fortunatamente, esiste un metodo – completamente gratuito – per poter effettuare un backup automatico Windows. Se non sai come fare il backup dei dati, continua a leggere per scoprire come salvare i dati in automatico sul tuo Pc Windows.

Come effettuare Backup automatico Windows

Solitamente, per poter effettuare dei backup automatici serve acquistare un NAS, ovvero un piccolo server collegato alla rete internet che può essere configurato per effettuare backup dell’intero sistema operativo. Tale soluzione, però, non è molto economica e potrebbe non essere alla portata di tutti.

Fortunatamente, però, esistono alcuni programmi – totalmente gratuiti – che consentono di effettuare Backup automatici senza dover affrontare alcuna spesa.

Se possiedi un Mac, potrai effettuare un backup automatico utilizzando il programma Time Machine. Se non sai come usarlo, dai un’occhiata a questa guida.

Se invece sei un utente Windows, potrai effettuare un Backup automatico Windows scaricando il programma gratuito SyncBack Free. Questo software è compatibile con le versioni Windows 10, Windows 8, Windows 7 e Windows Vista. Sono anche supportate entrambe le versioni di Windows a 32 e 64 bit.

Una volta scaricato il programma, non dovrai far altro che seguire questi semplici passaggi per effettuare un Windows backup.

  • Clicca su Profili/Nuovo ed inserisce un nome profilo (ad esempio, Backup).
  • Cliccando su Avanti ti troverai di fronte a tre opzioni: BackupSincronizza e Copia Speculare (se si elimina un file sulla sorgente verrà eliminato anche sulla destinazione).

Backup automatico Windows

  • Seleziona l’opzione “Backup” e clicca sul tasto Avanti.
  • Specifica l’origine e la destinazione dei file che si desiderano copiare (se vuoi comprimere i file nella cartella di destinazione, per risparmiare spazio, potrai mettere il segno di spunta accanto all’opzione: I file sono compressi).
  • Clicca su Fine e poi su OK.

A questo punto, se non l’hai già fatto, collega alla porta USB del tuo computer un disco USB (va bene anche una capiente chiavetta USB), sul quale vorrai salvare i dati e procedi come ti mostrerò di seguito.

  • Indica sul programma le cartelle che deve utilizzare per fare il backup. Clicca sul simbolo della cartella vicino alla scritta “origine“, per specificarne il percorso. Fai lo stesso per la destinazione.
  • Clicca ora sul tasto Applica.

Bene, ora non ti resta da fare altro che pianificare il backup automatico. Per farlo, dovrai selezionare l’opzione “Quando” nel menu a sinistra.

Backup automatico su Windows

  • Clicca su Modifica Pianificazione e poi su SI (se accedi a Windows immettendo una password clicca su NO ed inserisci la stessa password impostata per il Login)
  • Nella schermata successiva, seleziona la data e l’ora in cui vuoi far effettuare il backup automatico.

Backup automatico su Windows

  • Clicca su OK e poi nuovamente sul tasto OK.
  • Al termine della procedura potrai avviare un’esecuzione simulata del tuo backup.

A questo punto avrai configurato il tuo backup automatico Windows in modo completamente gratuito!

Ovviamente, per funzionare è necessario che il computer rimanga acceso. Nel caso il tuo computer fosse spento all’ora prestabilita, il programma è configurato automaticamente ad effettuare il backup al successivo avvio. Potrai comunque disabilitare questa opzione nella scheda “Altro”. Con questo metodo puoi fare un backup Window 10 su Hard Disk in modo completamente automatico, impostando l’ora che preferisci per effettuare il salvataggio dei dati.

Se hai un budget limitato e sei un utente Windows, SyncBackFree è la soluzione perfetta per il backup dei tuoi file. Dopo averlo utilizzato ed aver verificato l’affidabilità e la facilità d’uso del software, potresti prendere in considerazione l’idea di passare successivamente alla versione commerciale più potente, soprattutto per l’uso su un server.

Se possiedi invece uno smartphone Android, ti consiglio di leggere quest’altra guida per effettuare il backup sul dispositivo.

Se sei un utilizzatore della nuvola, in questa guida potrai scoprire come memorizzare i dati del tuo Pc sul cloud.

Condividi.

Informazioni autore

Laureato in Giurisprudenza e amante della scrittura. Da sempre appassionato di tecnologia e in particolare al mondo degli Smartphone. Da qualche anno esterna questa sua passione scrivendo sul web.

Articoli Correlati

Lascia un commento

avatar
  Iscriviti  
Avvisami