Come liberare spazio archiviazione su Mac eliminando i file più grandi

0

Tallone d’Achille di tutti i Mac – e specialmente dei MacBook – è la dimensione dell’hard disk interno, considerato che la capienza è molto limitata, specialmente se al momento dell’acquisto si opta di acquistare il modello base. Esaurire lo spazio di archiviazione è quindi molto facile e il rischio, di conseguenza, di possedere un dispositivo inutilizzabile è abbastanza elevato. Le soluzioni, in questi casi per liberare spazio archiviazione su Mac sono due: cambiare l’hard disk interno (violando, però, la garanzia Apple e correndo tutti i rischi dal punto di vista hardware), oppure massimizzare la capienza interna eliminando i file più ingombranti. La seconda opzione è sicuramente quella più economica e meno rischiosa e, proprio per questo motivo, abbiamo deciso di spiegare come attuarla tramite questa guida.

Come liberare spazio archiviazione su Mac

Se ti trovi a leggere questa guida è perché il tuo Mac ha esaurito il proprio spazio di archiviazione, risultando quindi una macchia quasi del tutto inutilizzabile. Purtroppo, dopo l’acquisto non è più possibile intervenire sotto il lato hardware per aumentare le dimensioni del disco interno, a meno che non si decida di violare la garanzia Apple (spendendo, ovviamente, i soldi necessari per acquistare un nuovo Hard Disk interno compatibile e sottoponendo il proprio terminale ai rischi “dell’operazione”).

L’unica soluzione adottabile, quindi, è quella di massimizzare lo spazio interno eliminando i file più ingombranti. Vediamo come fare.

Come individuare i file di grandi dimensioni salvati sul Mac

liberare spazio archiviazione su Mac

Trovare file di grandi dimensioni è un’operazione molto semplice e non richiede l’utilizzo di applicazioni di terze parti. In MacOS Sierra, infatti, è presente una utility nascosta chiamata “Gestione Spazio“, in grado di trovare appunto i file più ingombranti e liberare spazio utile di archiviazione sul nostro Mac.

Possiamo avviarla scrivendo “Gestione Spazio” direttamente nella barra di ricerca di spotlight. L’utility si presente nella classica interfaccia di MacOS, con una finestra divisa in due grandi sezioni: la prima, sulla sinistra, nella quale vengono elencate le varie categorie (foto, applicazioni, documenti) con accanto il loro rispettivo spazio occupato, mentre la seconda, sulla destra, mostra il contenuto su cui possiamo operare.

Basterà cliccare sulla categoria che ci interessa per accedere all’elenco dettagliato dei vari file memorizzati, disposti in ordine decrescente in base alla loro dimensione.

La categoria da selezionare per individuare quali sono i file più ingombranti presenti sul Mac è quella denominata “Documenti“, la quale non mostra solo i file presenti nella cartella documenti, ma di tutto il sistema operativo. Una volta individuato e selezionato il file ingombrante, potremmo eliminarlo o decidere di aprire la cartella che lo contiene.

Potremmo fare lo stesso anche per tutte le altre categorie. Tramite questa utility si può, quindi, essere in grado di sapere quanto spazio occupano le foto, le applicazioni, le mail scaricate e tutti gli altri file memorizzati nel nostro Mac, compreso quelli presenti nel cestino e non ancora eliminati del tutto. In questo modo sarà molto semplice capire come viene sfruttata la memoria interna dell’Hard Disk e liberare spazio archiviazione su Mac eliminando i file più ingombranti.

Per aumentare lo spazio sul tuo Mac, potrebbe esserti utile leggere anche questa guida:

LINK | Come eliminare cache e file temporanei da macOS

Mentre, se hai dei programmi inutili che vuoi disinstallare correttamente, ti consiglio di leggere quest’altra guida:

LINK | Come disinstallare un programma sul Mac senza lasciare file inutili

CONDIVIDI