Gestione Disco Windows: come accedere e usarlo

0

Se hai la necessità di svolgere alcune operazioni sul disco rigido del computer o su un qualsiasi dispositivo USB collegato ad esso e non sai come fare, Windows incorpora un tool che si chiama Gestione disco che consente di svolgere diverse funzioni sui dispositivi di storage interni ed esterni. Una volta aperto lo strumento Gestione disco Windows, puoi partizionare un disco rigido, formattarlo, cambiare una lettera di unità, verificare se un dispositivo USB è danneggiato ed eseguire altre attività legate al disco.

Se cerchi Gestione disco sul Pc, non troverai un collegamento vero e proprio nel menu di avvio di Windows o nella schermata App, perché questo non è un programma nel vero senso della parola. Allora come fare per aprirlo? Segui i semplici passaggi che troverai di seguito per accedere Gestione disco in Windows. È possibile aprire Gestione disco in qualsiasi versione di Windows, tra cui Windows 10, Windows 8, Windows 7, Windows Vista e Windows XP.

Gestione Disco Windows: come utilizzarlo

A questo punto, vediamo quali sono le maggiori e più utili funzioni di Gestione disco Windows e le procedure per attuarle. Innanzitutto vediamo come entrare in Gestione disco per poter attivare tutte le funzioni.

Passo 1: Utilizza la funzione di ricerca di Windows facendo clic sul pulsante di ricerca nell’angolo in basso a sinistra della barra delle applicazioni (Windows 10) o attraverso la funzione di ricerca nel pulsante Start (Windows 7).

Passo 2: Nel box di ricerca digita diskmgmt.msc.

Gestione Disco Windows 1

Passo 3: Fai clic sul primo risultato di ricerca che viene mostrato: diskmgmt.msc Documento console comune Microsoft.

Passo 4: Si apre Gestione disco. Da qui puoi controllare tutte le unità di archiviazione collegate al computer. Se il tuo USB o disco rigido non viene visualizzato, allora il dispositivo può avere bisogno di essere verificato da un professionista di recupero dati. Se viene visualizzata l’unità di archiviazione, allora puoi verificarne l’integrità e svolgere diverse operazioni come abbiamo visto prima.

Gestione Disco Windows 2

Ora vediamo cosa possiamo fare con Gestione disco, o almeno quali sono le funzioni più utili da attivare su un disco rigido o su una unità esterna.

Posso recuperare dischi danneggiati?

Con Gestione disco Windows puoi verificare se un disco rigido danneggiato o corrotto può essere recuperato. Un disco danneggiato può comportare un vero problema, soprattutto se non hai l’abitudine di creare file di backup dei file. Tuttavia, potrebbe esserci una speranza per recuperare ancora file da un USB o disco rigido danneggiato o inaccessibile. Da come compare su Gestione disco, ti accorgerai da solo se potrai recuperarlo oppure deve intervenire un esperto di recupero dati.

È importante sapere che esistono due tipi di problemi del disco:

1. Problema hardware: errori causati da problemi hardware richiede necessariamente l’aiuto di un esperto di recupero dati. Quando il computer non rileva il dispositivo di archiviazione, è probabile che sei difronte ad un problema hardware sul disco rigido. Rumori anomali sono indicatori che c’è qualche errore fisico sul disco rigido o USB. Se noti che una qualsiasi parte fisica del dispositivo di memorizzazione non è presente oppure risulta che sia stato rimosso, allora dovrai portare l’unità di memorizzazione ad un professionista.

2. Problema Software: Se il computer rileva il dispositivo di archiviazione, ma non ti permette di accedere ad esso o se appare un messaggi di errore, allora c’è ancora speranza che puoi recuperare il dispositivo di archiviazione da solo. Gli errori sull’unità possono essere causati da interruzioni di corrente, da arresti forzati, da una rimozione non sicura del dispositivi di storage, il deterioramento dei settori di storage o altri problemi di software. Utilizzando un software di recupero dati, c’è una buona probabilità che si sarai in grado di recuperare un disco rigido o USB con problemi relativi al software.

Dopo che sei entrato in Gestione disco Windows, potrai verificare se il disco compare nell’elenco oppure non viene rilevato. Come detto prima, se non viene rilevato, non potrai farci nulla, devi rivolgerti ad uno specialista. Diversamente, se è un problema software potrai utilizzare un software di recupero dati per recuperare il contenuto del disco. Potrai utilizzare per esempio, Disk Drill 3 EaseUS Data Recovery Wizard.

Come cambiare lettera di unità in Windows

Puoi avere la necessità di cambiare la lettera di una unità di archiviazione, sia interna che esterna. In questo caso segui la seguente procedura. Con la Gestione disco aperta (segui la procedura precedente), individua dalla lista in alto o dalla mappa in basso l’unità di cui desideri cambiare la lettera identificativa.

Suggerimento: se non sei certo che l’unità che stai attenzionando è davvero quello di cui desideri cambiare la lettera dell’unità, è possibile fare clic con il tasto destro e quindi scegliere Esplora. Se è necessario, guarda nelle cartelle per vedere se questo è il disco giusto.

  • Una volta trovato il disco giusto, fai clic con il tasto destro sulla lettera del disco e quindi scegli l’opzione Cambia lettera e percorso di unità … dal menu a tendina.
  • Gestione Disco Windows 3Nella finestra piccola che appare, fai clic sul pulsante Cambia lettera e percorso di unità …

Gestione Disco Windows 4

  • Scegli la nuova lettera di unità che desideri assegnare al dispositivo di archiviazione, selezionandolo dal selettore a fianco dell’opzione Assegna questa lettera di unità:.

Gestione Disco Windows 5

  • Dopo aver modificato la lettera, clicca su OK.

Come formattare un disco rigido in Windows

  • Apri Gestione Disco Windows, il gestore del disco rigido incluso in tutte le versioni di Windows.
  • Con Gestione disco aperto, individua l’unità che si desideri formattare dalla lista in alto.

Nota: La formattazione del disco C, o qualsiasi altra unità su cui è installato Windows, non può essere fatto da Gestione disco … o da qualsiasi altra parte di Windows.

  • Una volta individuato, fai clic con il tasto destro e seleziona Formatta …. “Formatta [lettera di unità]:” dalla finestra che appare.

Gestione Disco Windows 6

Attenzione: Ovviamente è molto, molto importante scegliere l’unità corretta. Una volta avviata, non si può fermare una formattazione senza causare problemi.

  • Nell’etichetta di volume: dai un nome al disco o lascia il nome così com’è. Se si tratta di una nuova unità, Windows assegnerà l’etichetta di volume “Nuovo volume”.

Gestione Disco Windows 7

  • Ti consiglio di dare un nome al disco così è più facile identificarlo in futuro. Per esempio, se si sta pensando di usare questa unità per archiviare film, dai il nome “Film”.
  • In File system: scegli NTFS a meno che non disponi di una specifica esigenza di scegliere un altro file system.

NTFS è sempre la migliore opzione file system da utilizzare in Windows, a meno che non hai una specifica esigenza per scegliere FAT32. Altri file system FAT sono disponibili solo per unità da 2GB e più piccole. Per conoscere la differenza tra i vari file system, leggi la guida sulla differenza tra FAT32, exFAT e NTFS.

  • Imposta dimensioni di allocazione dell’unità: è già impostato sul valore predefinito a meno che non hai la necessità specifica per personalizzarlo.
  • In Windows 10, 8, e 7, l’opzione di formattazione rapida è selezionata come impostazione predefinita, ma ti consiglio di deselezionare la casella in modo da effettuare una formattazione “completa”.
  • L’opzione di Attiva compressione file e cartelle è deselezionata per impostazione predefinita e ti consiglio di mantenerla in questo modo.
  • Clicca su OK nella parte inferiore della finestra.
  • Fai clic su OK quando vedi il messaggio: “formattare questo volume cancellerà tutti i dati su di esso. Eseguire il backup di tutti i dati che si desidera mantenere prima della formattazione. Vuoi continuare?“.
  • La formattazione del disco rigido avrà inizio. È possibile tenere traccia della formattazione dell’unità guardando la progressione nel campo Stato.

La formattazione è completa quando il contatore raggiunge il 100%.
Questo è tutto! Hai appena formattato, o riformattato, il disco rigido e ora è possibile utilizzare l’unità per memorizzare i file, installare programmi, il backup dei dati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here