Come ottenere permessi di root senza perdere la garanzia

7

Gli smartphone Android offrono infinite possibilità di personalizzazione, ma non tutte le opzioni sono accessibili agli utenti. Per eseguire alcune operazioni più dettagliate è necessario ottenere i permessi root e modificare a fondo il sistema operativo. Il procedimento non è complesso, basta seguire le guide appropriate per ogni singolo dispositivo. In questo sito troverai sicuramente quella che fa per te. Per conoscere i vantaggi dei permessi di root, ti invito a leggere questa guida:

LINK | Permessi di Root Android: 10 motivi per averli

Molti utenti, però, preferiscono non cimentarsi nell’impresa di rootare il proprio dispositivo Android per paura di perdere la garanzia. Infatti, fin quando sul dispositivo saranno presenti i permessi root, la garanzia sarà invalidata e non potrà essere applicata. Fortunatamente esiste un software che permette di ottenere i permessi di root senza perdere la garanzia. Prosegui a leggere per sapere di cosa si tratta.

Come ottenere i permessi di root senza perdere la garanzia con iRoot

Se anche tu desideri rootare il tuo smartphone ma non vuoi rischiare di perdere la garanzia, allora questa guida fa proprio al caso tuo. Esiste, infatti, un’applicazione che permette di ottenere i permessi root senza perdere la garanzia, in totale sicurezza e semplicità. Si tratta del programma chiamato iRoot, che permette anche all’utente meno esperto di poter rootare il proprio dispositivo, senza dover eseguire procedimenti macchinosi o ricercare recovery compatibili.

In questa guida spiegheremo come ottenere i permessi root tramite l’applicazione iRoot, con la quale abiliteremo i permessi di root usando degli exploit (bug o vulnerabilità del sistema).

Prima di tutto assicuriamoci di scaricare iRoot dal sito ufficiale e  installarlo sul nostro computer. (non preoccuparti delle scritte in cinese e se il file viene riconosciuto come dannoso, è tutto normale).

Oltre al programma iRoot, sarà necessario installare sul PC anche i driver del tuo dispositivo. Il metodo più facile per ottenerli è quello di usare il software di gestione creato dal produttore del telefono che vogliamo rootare.

Una volta ottenuto il tutto, procediamo come segue.

  • Se abbiamo KNOX integrato sul nostro telefono, apri Impostazioni>Sicurezza e disattiva Blocco riattivazione.
  • Colleghiamo il dispositivo con Debug USB attivo (attivabile in Opzioni sviluppatore nelle impostazioni; in alternativa, se non la trovi, premi 7 volte su Versione build nella sezione Info sul dispositivo)
  • Collegato il dispositivo al computer, iRoot farà una ricerca all’interno del suo database e, una volta riconosciuto, mostrerà il nome del device ed il pulsante Root al suo fianco.
  • Premiamo il tasto Root. Il procedimento inizierà e dopo qualche secondo si riavvierà il dispositivo.

permessi di root senza perdere la garanzia

Bene. A questo punto avremo finalmente ottenuto i permessi root in totale sicurezza. Per verificare se tutto è andato liscio, potremmo installare l’applicazione Root Checker per verificare di aver effettivamente ottenuto i permessi di root correttamente.

Una volta completato il procedimento per ottenere i permessi di root senza perdere la garanzia, ogni volta che vorremmo installare un’app che richiede i permessi root, comparirà sullo schermo del nostro dispositivo un avviso che ci chiederà se ottenerli o meno. Il tutto è normale, perchè viene gestito direttamente da un’app all’interno dello smartphone, installato con iRoot.

Esistono diversi metodi per ottenere i permessi di root su un dispositivo Android, ma questo che abbiamo visto è tra i più sicuri e semplice che utilizza un computer. Esistono anche altri metodi che non hanno bisogno di un Pc ma una semplice app per “rootare” un telefono Android, leggi questa guida per saperne di più:

LINK | Le migliori app per root Android senza PC

CONDIVIDI
  • maurizio capucci

    oltre a non aver rootato un bel niente a mia insaputa mi installa app nel telefono come se non ci fosse un domani….complimenti ottimo metodo.

    • Ciao, che smartphone possiedi? Che app si sono installate?

      • maurizio capucci

        Mate 10 pro…tutte le volte che provavo mi so installavano due applicazioni non ricordo esattamente quali ma ripeto il problema è che del root neanche l’ombra.

        • Prima di procedere è necessario sbloccare il bootloader del tuo smartphone Huawei.

          • maurizio capucci

            Perdonami ma se sblocco il bootloader perdo la garanzia? Allora sapevo fare anch’io…

  • Nick

    E se sul telefono non abbiamo Knox? Knox non è solo per i Samsung?

    • Ciao, si Know è solo per i Samsung. Altri produttori hanno inserito altre forme di protezione, ma bloccando il bootloader e togliendo i permessi di root non dovrebbe rimanere traccia.