Come rimuovere root definitivamente sui dispositivi Android

0

Hai provato i permessi di root sul tuo smartphone o tablet Android ma non hai ottenuto quello che speravi? Devi portare lo smartphone in assistenza e vuoi rimuovere ogni personalizzazione? Qualsiasi sia la necessità di rimuovere i permessi di root sul tuo dispositivo Android, hai trovato la guida giusta per te! Qui troverai i metodi che ti consentono di rimuovere root definitivamente  dal tuo dispositivo Android.

Rimuovere root definitivamente su Android

SuperSU

L’app per gestire i permessi di root più famosa dello store Android offre anche la possibilità di rimuovere root definitivamente dal tuo dispositivo, indipendentemente dal metodo utilizzato per sbloccare i permessi. Per poter rimuovere root con SuperSU prima di tutto scarica l’app gratuitamente (se non l’hai già fatto).

DOWNLOAD | SuperSU

Una volta installata sul dispositivo apri l’app e portati nel tab Impostazioni e clicca sulla voce Unroot completo. Apparirà una finestra di conferma per la pulizia del root, clicca su Continua.rimuovere root

Dopo pochi secondi, il root sarà rimosso dal tuo dispositivo Android, riavvia il cellulare per completare la modifica.

Purtroppo questo metodo non è efficace al 100%, perché su alcuni dispositivi il root è fornito all’avvio dal kernel stesso, quindi rimuoverlo con questo sistema non è sempre efficace. In tal caso puoi seguire anche l’altra procedura che ti proponiamo per rimuovere root dal tuo dispositivo.

Procedura manuale

Puoi rimuovere root utilizzando un file manager compatibile con i permessi di root (come ES Gestore File). Una volta aperto il file manager assicurati di ottenere i permessi di root e visita la seguente cartella

/system/bin/

Individua all’interno di questa cartella il file chiamato “su” e cancellalo tenendo premuto sul file e selezionando Elimina.

Non sempre il file root è presente in quella cartella; in tal caso puoi controllare nella seguente cartella.

/system/xbin/

Anche in questo caso è sufficiente trovare l’eseguibile con nome “su” e cancellarlo. Riavvia il dispositivo (puoi anche spegnerlo e accenderlo): il tuo telefono ora non è più rootato! Puoi disinstallare ogni eventuale app che utilizzavi per gestire i permessi di root (come SuperSU).

Anche questo sistema non è efficace al 100%, specie per i dispositivi che integrano root dentro il kernel. Allora ti propongo questo terzo metodo che ha una procedura più radicale per eliminare i permessi.

Flashare una nuova ROM alternativa

L’ultimo metodo che puoi utilizzare per rimuovere root è flashare una nuova ROM o una nuova recovery sul dispositivo. Per fare ciò ti consiglio di leggere le guide presenti qui in basso, dove potrai trovare tutti i passaggi per effettuare la formattazione di qualsiasi dispositivo.

LINK | Come flashare ROM su telefono Android

LINK | TWRP Recovery: cos’è e come installarla su smartphone Android

Scaricare una ROM ufficiale

Puoi rimuovere root facilmente flashando una ROM originale sul dispositivo. In questo modo tornerà come uscito di fabbrica e non saranno più presenti i permessi di root! In basso puoi trovare l’elenco dei principali produttori di smartphone con i siti da dove recuperare le ROM ufficiali.

Ti basterà cercare la ROM specifica per il tuo smartphone e scaricarla. Dopo aver scaricato la ROM per il tuo modello di dispositivo, utilizza uno degli strumenti consigliati qui in basso per flashare la ROM.

Controllare se è presente root sul dispositivo

Hai seguito uno dei metodi consigliati sopra? Puoi controllare se la root è ancora presente sul tuo dispositivo installando l’app Root Checker, disponibile gratuitamente al seguente link.

DOWNLOAD | Root Checker

rimuovere root

Una volta installata l’app sul dispositivo basta avviarla, così potrai scoprire se la procedura che hai seguito per rimuovere root ha avuto successo.

CONDIVIDI