Come aggiornare Android su smartphone e tablet

2

Per ottenere le migliori prestazioni e le ultime funzioni su uno smartphone o tablet Android è necessario assicurarsi che sia sempre in esecuzione il più recente software disponibile, non solo in termini di applicazioni, ma anche del sistema operativo. E’ sempre consigliabile aggiornare il proprio dispositivo, perchè le nuove versioni portano nuove funzionalità, ma soprattutto migliorano la sicurezza e la privacy. Ma non tutti sono a conoscenza come aggiornare Android su smartphone o tablet, per questo abbiamo preparato una guida proposta nel modo più semplice possibile, per venire incontro a questa esigenza. Se anche tu hai un dispositivo Samsung, LG, Sony o smartphone cinese, prosegui a leggere e vedrai come è semplice aggiornare uno smartphone Android.

Android, proprio perchè è un sistema aperto, consente di aggiornare il firmware in diversi modi. E’ possibile aggiornarlo via OTA (Over The Air), cioè, direttamente dallo smartphone o tablet tramite il sistema di aggiornamento ufficiale del produttore. Questo è il metodo più semplice per aggiornare Android su smartphone e tablet, ma non sempre il produttore mette a disposizione l’ultima versione di Android per gli smartphone più datati, oppure lo rende disponibile in tempi successivi al loro rilascio.

Un altro modo per aggiornare Android su smartphone è quello di installare una ROM modificata. Questo è un procedimento più complicato che presuppone un minimo di conoscenze specifiche nei processi di modifiche Android. Ottenere Permessi di root, installare Custom recovery, flashare ROM sono tutti procedimenti che su Guideitech ne abbiamo parlato abbondantemente e che consentono di installare versioni modificate degli ultimi aggiornamenti di Android, anche su dispositivi non più aggiornati dai produttori. Queste sono ROM che vengono modificate da sviluppatori non ufficiali e messe gratuitamente a disposizione di tutti gli utenti, adattate ai diversi modelli di smartphone e tablet dei diversi produttori.

Aggiornare Android su smartphone e tablet via OTA

Se non viene notificato un nuovo aggiornamento sul tuo dispositivo Android, è possibile forzare la ricerca di un aggiornamento dal menu Impostazioni del dispositivo, ma devi sapere che, solo perché una nuova versione di Android è stata rilasciata, non significa che questa sia disponibile anche sul tuo dispositivo. In questo articolo ti guiderò passo passo per aggiornare Android su smartphone e tablet via OTA.

Verifica se il dispositivo è aggiornato

Prima di andare ad aggiornare il dispositivo, devi verificare quale versione di Android è in esecuzione. Potresti già avere la versione più recente. E’ facile controllare, basta andare in Impostazioni nella sezione “Info sul telefono” e troverai “Versione di Android“.

aggiornare Android su smartphone 1

L’ultima versione rilasciata da Google è Android 7 Nougat, che gradualmente diventa disponibile su sempre più dispositivi nel corso dei prossimi mesi. Andando a ritroso, Marshmallow è la versione 6.x, Lollipop è la 5.x e KitKat è la versione 4.4.x, mentre le 4.3, 4.2 e 4.1 sono le versioni che prendono il nome Jelly Bean.

Se è in esecuzione una versione inferiore a Jelly Bean, a meno che non hai mai aggiornato il software, è molto probabile che un aggiornamento a Marshmallow o KitKat non sia più disponibile per questo dispositivo (il produttore non supporta più  gli aggiornamenti).

Aggiorna il software

Come misura precauzionale, è buona norma eseguire prima il backup dei dati, come contatti e foto. L’aggiornamento non dovrebbe influenzare i dati, ma non si sa mai.

Accedi al menu Impostazioni sul dispositivo. Nella maggior parte dei dispositivi Android, questo può essere fatto tramite il menu delle applicazioni o barra di notifica. In genere l’applicazione Impostazioni avrà un logo tipo ruota meccanica.

Scorri verso il basso nel menu Impostazioni e clicca su “Info sul telefono” o “Info sul Tablet“. Se disponi di un menu di Impostazioni a schede, allora questa voce sarà visualizzata nella sezione “Generale”.

Il menu può variare da dispositivo a dispositivo, ma in genere devi cliccare su “Aggiornamento Software” o su un pulsante simile. Questa voce del menu la trovi nella sezione “Info del telefono“, che descrive anche la versione di Android in esecuzione sul dispositivo.

Cerca e scarica l’aggiornamento

Dopo aver cliccato su “Aggiornamento Software” o “Aggiornamento di Sistema“, il telefono o tablet si mette a cercare un eventuale aggiornamento disponibile.

Se viene trovato un aggiornamento, ti verrà chiesto se desideri installarlo. Se la scelta è affermativa, seleziona , così il sistema operativo scaricato verrà installato sul dispositivo che alla fine sarà riavviato. Metterà un po più di tempo per riavviarsi, ed al completamento del processo, avrai l’aggiornamento Android installato sul tuo dispositivo.

Nota: Per la ricerca di un aggiornamento, il dispositivo potrebbe richiedere una connessione Wi-Fi. E’ consigliato scaricare il software tramite Wi-Fi, perché la dimensione del file potrebbe essere troppo grande e potrà consumare molti dati.

Aggiornare Android su smartphone e tablet via computer

Non sempre l’aggiornamento Android puoi scaricarlo via OTA, su alcuni smartphone o tablet, come quelli prodotti da Samsung, Sony e altri, quando l’aggiornamento non è disponibile sul dispositivo, hai la possibilità di scaricarlo ed installarlo tramite computer.

La procedura prevede l’installazione sul computer di un’applicazione gratuita, che nel caso di Samsung si chiama Smart Switch. Puoi scaricarla dal sito ufficiale di Samsung ed oltre ad aggiornare il dispositivo, consente di fare anche un backup, sincronizzare i dati e trasferire dati tra diversi dispositivi mobili. Dopo aver installato Smart Switchcollega lo smartphone o tablet al computer tramite cavo USB e potrai facilmente aggiornare il dispositivo Android con la versione più recente del sistema operativo.

aggiornare Android su smartphone 2

Invece, per aggiornare Android su smartphone Sony Xperia devi scaricare l’applicazione Xperia Companion dal sito ufficiale di Sony. Collega il dispositivo al computer con cavo USB e aggiorna il dispositivo all’ultima versione di Android. Con Xperia Companion puoi eseguire anche il backup e il ripristino del dispositivo, sincronizzare, trasferire e organizzare i contenuti multimediali.

aggiornare Android su smartphone 3Aggiornare Android da fonti ufficiali non comporta alcuna cancellazione di dati sul tuo dispositivo, però, come abbiamo detto prima, non si può mai sapere, per cui si consiglia sempre di effettuare un backup prima di aggiornare il firmware.

Aggiornare Android su smartphone e tablet con ROM modificata

Questo è il metodo più complesso per aggiornare Android su smartphone e tablet, che richiede molta attenzione per evitare di fare danni al dispositivo. Il vantaggio di questa procedura è quello di poter installare l’ultima versione del firmware, anche se questo non viene fornito dal produttore.

Installare una ROM personalizzata comporta lo sblocco della Root del telefono superando le limitazioni imposte dal sistema. Liberando il dispositivo da tutti i “legacci”, potrai personalizzare lo smartphone a tuo piacimento, installando soprattutto ROM modificate dell’ultima versione del sistema operativo. Ottenere i permessi di root è anche conveniente, perchè apre a moltissime possibilità di miglioramento del dispositivo, modificando la grafica, aggiungendo nuove funzionalità e migliorando l’usabilità del telefono.

Esistono diversi metodi per ottenere i permessi di root e le applicazioni che lo consentono sono gratuite e legali, ma attenti, perchè alcune procedure possono invalidare la garanzia del produttore. Tra i vari procedimenti, alcuni prevedono l’uso del computer, altri consentono di effettuare facilmente il processo per sbloccare la root direttamente dal telefono con un click.

Come già detto, i passaggi da seguire non sono proprio semplici, perchè innanzitutto si deve sbloccare il bootloader sul dispositivo. Questo è il programma che, nella fase di avvio (boot), carica il kernel del sistema operativo permettendo l’avvio del sistema. In particolare, sbloccando il bootloader del dispositivo, viene invalidata la garanzia del telefono. Il passo successivo è quello di installare una custom recovery come TWRP o CWM. Questa è una modalità di avvio del dispositivo che prevede una serie di funzioni utili al ripristino del funzionamento del sistema come backup avanzati e altro. Per ultimo, puoi finalmente installare la ROM personalizzata che consente non solo di avere l’ultima versione del sistema operativo, ma anche una personalizzazione delle icone e di molte funzioni del telefono.

Buttate così, questi termini possono sembrare ostici e di difficile comprensione, ma se segui le guide che abbiamo preparato su questo sito per ottenere i permessi di root, sbloccare il bootloader su un dispositivo Android, installare una recovery personalizzata e di installare una ROM personalizzata, tutto ti sembrerà più semplice.

CONDIVIDI
  • Loris

    Salve, ho un tablet mediatek mtk6582 alps b906, come posso fare per aggiornare il firmware kitkat 4.4.2,
    perché quando lo accendomi viene questo errore
    unfortunately,con. Android. keyguard has stopped
    come posso risolvere questo errore?

    • Simone Montalto

      Ciao, fai un ripristino alle impostazioni di fabbrica tramite Impostazioni -> Backup e ripristino.