Come velocizzare smartphone Android

0

Ci ritroviamo tutti in questa situazione. Appena compriamo un nuovo smartphone Android, esso ci permette di eseguire molte operazioni in maniera fluida. Controllare le email, navigare sul web, giocare o leggere documenti sono tutte operazioni che non impattano negativamente sull’esperienza di chi utilizza il dispositivo. Dopo qualche mese di utilizzo iniziano ad evidenziarsi i primi problemi. Lo smartphone rallenta, va a scatti anche durante le operazioni quotidiane e diventa difficoltoso portare a termine agilmente le più classiche operazioni quotidiane. Il telefono che un tempo era un mostro di velocità ora sta iniziando a diventare frustrante da usare. Il dispositivo è diventato lento e quando succede, si rende indispensabile velocizzare smartphone Android.

Non preoccuparti. Questo accade ad ogni computer ed a maggior ragione allo smartphone Android che porti sempre con te. La buona notizia è che ci sono alcune operazioni che puoi effettuare per cercare di riportare il tuo smartphone Android ai fasti di un tempo. Non sono per niente difficili da eseguire. Se ti ritrovi in questa situazione, di seguito ti mostrerò le cinque cose da fare per velocizzare smartphone Android.

Velocizzare smartphone Android

1. Elimina le app che non usi

A tutti capita di scaricare app dal Google Play Store che utilizziamo un paio di volte e poi dimentichiamo di averle installate. Esse rimangono permanentemente nella lista delle applicazioni installate, e giorno dopo giorno rendono il dispositivo lento utilizzando risorse della CPU per eseguire operazioni in background per mantenere aggiornati servizi di cui non necessitiamo. Per questo motivo, la soluzione migliore è quella di eliminare tutte le app che non utilizzi sul tuo smartphone. Per eseguire questa operazione, puoi accedere alla sezione App all’interno delle Impostazioni di Android. Fatto questo, vedrai la lista di tutte le applicazioni installate. Scorrila e quando vedrai un’app che non utilizzi mai, selezionala e poi clicca sul tasto per disinstallarla.

Cerca di essere aggressivo in questa fase. Puoi sempre scaricarla dallo store in un secondo momento se ti accorgi che un’app ritorna utile. È sempre meglio, nel dubbio, eliminarle e non lasciarle inattive sul proprio smartphone.

2. Pulisci lo spazio di archiviazione

Dopo un po’ di tempo che usi lo smartphone, avrai accumulato certamente molti file inutili. Foto da scartare, screenshot di poca utilità oppure documenti che hai scaricato per leggerli al volo e che ora si trovano nella cartella Download. Sono tutti file che potrebbero essere eliminati per alleggerire lo smartphone e dare nuova linfa al sistema.

Per questo motivo il mio consiglio è quello di aprire la galleria fotografica del tuo smartphone Android, cercare ed eliminare tutte le foto, video e screenshot di cui non hai più la necessità di tenerli. Successivamente accedi alla cartella Download del tuo dispositivo. Puoi farlo in diversi modi. Ad esempio tramite l’omonima app Download, se presente sullo smartphone, oppure tramite un file manager. Se quest’ultimo non è già installato sul dispositivo, potresti scaricarlo dal Google Play Store. Il mio consiglio è quello di usare uno degli 8 File Manager Android gratuiti elencati in una nostra guida. In questa cartella troverai molti documenti, immagini, file zip, clip audio ed altro che hai scaricato durante le tue sessioni di navigazione web. Se non li usi, non c’è nessuno motivo di tenerli sul tuo smartphone, perciò ti consiglio di eliminarli.

3. Pulisci la cache

La cache è generalmente una buona cosa. A meno che tu non pensi di avere dei problemi, potresti pensare di non toccarla. La sua funzionalità è molto semplice: quando ad esempio usi Facebook, l’app del noto social network scarica in locale le immagini dei post, in modo tale da non doverle caricare ogni volta da internet quando scorri la tua bacheca. Questo è un comportamento comune a tutte le app che usi sul tuo smartphone Android. Tutti questi file fanno parte della cache che ogni app genera. Ogni buona app gestisce la sua cache, liberandone laddove ce ne sia la possibilità. Ma non tutte le app sono ben sviluppate, perciò ci potrebbe essere la necessità di pulire manualmente la cache.

Puoi facilmente liberare la cache di un’app andando in Impostazioni -> App, selezionando l’app per la quale vuoi eseguire la pulizia e poi selezionare il bottone per la pulizia della cache. Questa operazione ti permetterà di recuperare molto spazio sul dispositivo, liberandolo da molti file inutili e che potrebbero creare problemi al sistema operativo. Il mio consiglio è quello di liberare la cache delle app che utilizzi con maggiore frequenza.

4. Controlla la tua microSD

Non tutti gli smartphone Android permettono di inserire una microSD. Se ne utilizzi una nel tuo dispositivo, allora sappi che una microSD lenta può rallentare sensibilmente anche le tue app ed in generale il sistema. Tranquillo, anche questo è un problema facilmente risolvibile. Le soluzioni sono due. Se la scheda che usi non è di buona qualità ed ha una bassa velocità in lettura e scrittura, allora dovresti pensare di acquistare una nuova microSD più performante. Una scheda di qualità potrebbe essere ad esempio la Samsung Pro Plus o EVO Plus.

Se invece utilizzi già una buona microSD, allora, per velocizzare smartphone Android  potresti pensare di formattarla per liberarla da eventuali problemi (partizioni corrotte o quant’altro). Per fare ciò, assicurati di memorizzare tutti i file presenti al suo interno. Poi vai in Impostazioni -> Memoria e seleziona il bottone per avviare la formattazione della scheda.

5. Ultima spiaggia: Factory Reset

Credimi, non mi piace molto resettare un dispositivo. Il problema più grande è che impiego ore a configurarlo di nuovo dopo la formattazione. Ma a volte, questa operazione è necessaria. Un Factory Reset (o reset alle impostazioni di fabbrica) ti permette di eliminare tutto, restituendoti lo smartphone allo stato in cui lo avevi acquistato. Gli aggiornamenti di sistema saranno ancora presenti, ma tutte le app, i documenti, i messaggi e quant’altro verranno eliminate. È una soluzione drastica ma a volte necessaria. Puoi eseguire un factory reset andando in Impostazioni -> Backup e Ripristino ed infine selezionando Reset alle impostazioni di fabbrica (questa voce potrebbe cambiare a seconda del modello del tuo smartphone). Prima di procedere, però, assicurati di avere eseguito un backup completo del tuo smartphone Android.

Conclusioni

In questo articolo ho voluto consigliarti alcune operazioni da eseguire per velocizzare smartphone Android. Ti consiglio di seguire la guida passo dopo passo. Anche se alcune cose ti possono sembrare banali, fidati, a volte risultano fondamentali. Se nello specifico hai un dispositivo Samsung, allora ti consiglio di leggere anche la nostra guida su come velocizzare smartphone Samsung.

Facci sapere se sei riuscito a risolvere i problemi con il tuo smartphone. Qualora dovessi conoscere altri metodi validi, facceli sapere tramite i commenti presenti alla fine di questo articolo.

CONDIVIDI