Qualità del servizio Iliad. La mia esperienza

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

L’arrivo di Iliad in Italia, il nuovo operatore telefonico che ha preso il posto di Wind dopo la sua fusione con Tre, ha creato molto scalpore ma anche scompiglio nell’ordine precostituito degli operatori, che ormai avevano consolidato la loro fascia di mercato. Nessuno si sarebbe aspettato un ingresso in grande stile di Iliad, con una promozione che ha ingolosito tutti. Stiamo parlando di una offerta strepitosa che comprende minuti e messaggi illimitati e ben 30GB al prezzo di 5.99€ al mese (e per sempre). Quasi la metà di quanto siamo stati abituati a pagare con gli altri operatori, ma con circa il doppio di GB a disposizione. Ma qual è la qualità del servizio Iliad? Ne parliamo in questo articolo raccontando la mia esperienza.

La procedura di richiesta di una nuova SIM è molto semplice. Basta collegarsi al sito ufficiale e seguire la procedura guidata, oppure utilizzando le colonnine per la richiesta della SIM (serve solo la carta di identità) distribuite in pochissimo tempo su tutto il territorio nazionale (si trovano anche nei maggiori centri commerciali). La SIM arriva a casa dopo pochi giorni e puoi attivarla direttamente online dal tuo account personale di Iliad. Per la portabilità del numero vengono richieste altre 48 ore dall’attivazione. Tutto molto accattivante ma resta un dubbio e la domanda scorre sulla bocca di tutti: qual è la qualità del servizio?

Qualità del servizio Iliad

Per dare una risposta esauriente ho voluto provare personalmente l’offerta Iliad acquistando una SIM il 29 maggio, giorno del lancio ufficiale  della promozione. E’ bene precisare che la mia esperienza personale potrebbe non coincidere con quella di altri utenti posizionati in altre aree geografiche. È ovvio che non è possibile dare un giudizio universale sulla qualità di un operatore, proprio per la posizione delle antenne e la qualità del segnale che sono diverse in tutto il territorio nazionale.

La qualità del servizio Iliad: ecco la mia esperienza dopo tre settimane di utilizzo

Nel corso della settimana sono solito viaggiare in Lombardia tra di Pavia e Milano. Utilizzo spesso il treno mentre in città mi sposto prevalentemente in metro. Quindi ho potuto testare la qualità del servizio Iliad in città e durante il percorso in treno e in metro, verificando la tenuta del segnale con frequenti cambi di celle.

In città riesco tranquillamente ad agganciare il segnale 4G e posso confermare che nelle ultime due settimane la situazione è migliorata di molto. I primi giorni era presente prevalentemente la connessione 3G. Nei giorni successivi è migliorata sia la qualità del segnale che il tipo di connessione. Oggi non riscontro problemi di sorta e sono sempre connesso in LTE. Può capitare che spostandomi in auto in alcuni luoghi più periferici il telefono perda il segnale 4G in favore della linea 3G/H+, ma in pieno centro questo problema non l’ho mai riscontrato. Durante le chiamate non ho quasi mai notato disservizi. La situazione cambia quando si utilizza la connessione ad internet. Spesso il segnale 4G non significa avere una connessione veloce.

Dagli speedtest effettuati nelle due città, la velocità in download ed upload è stata molto variabile. Sono riuscito a raggiungere anche picchi di 60MB in download e 23MB in upload, ma la media è di circa 15/20 MB sia in download che in upload. Questi risultati sarebbero stati ottimi se ottenuti quando connessi in 3G. Meno buoni con linea 4G, che è il caso in questione. Il ping, che è il tempo che impiega un pacchetto a raggiungere il server richiesto e poi a tornare indietro, è in media di circa 70ms. Un po’ alto se si pensa che un buon risultato è 5/10ms.

Qualità del servizio Iliad speedtest

L’uso quotidiano in città mi porta ad utilizzare maggiormente la connessione ad internet. Lo scambio di messaggi con WhatsApp, Telegram o iMessage non è mai stato un problema, neanche con l’invio di immagini o video. Anche la navigazione ad internet è soddisfacente. Solo in alcune circostanze ho notato alcune incertezze con il caricamento iniziale delle pagine, anche con segnale pieno. Come dicevo in precedenza, la qualità delle chiamate è ottimo. Unico neo allo stato attuale è l’assenza del VoLTE (Voice Over LTE), cioè la possibilità di effettuare chiamate utilizzando la rete 4G. Al momento questa funzione non viene offerta da Iliad ed ogni volta che si effettua una chiamata, la linea passa da 4G in 3G. Spero che questo limite possa essere colmato nelle prossime settimane.

Durante gli spostamenti in treno il discorso cambia. Appena si lascia la città, il segnale inizia ad essere ballerino. In un attimo si passa dal pieno segnale 4G ad un paio di tacche in 3G. La velocità della connessione spesso non è sufficiente al caricamento di una pagina web oppure di un contenuto social. Quando il telefono riesce ad agganciare, la connessione 4G è soddisfacente e consente anche il caricamento di video da YouTube. In 3G invece faccio prima a spegnere lo smartphone e dedicarmi ad altro. Ho anche provato ad effettuare una chiamata durante il viaggio in treno. Per l’80% del percorso non ho riscontrato problemi e l’interlocutore riusciva ad ascoltarmi senza interruzioni. Solo in un tratto di zona d’ombra ho perso la connessione per un paio di volte.

A Milano, in metropolitana la situazione è simile ma meno allarmante. Dentro i tunnel la connettività 4G è assente (quantomeno nella tratta che percorro giornalmente). Nelle stazioni invece spesso riesco ad agganciare la rete 4G. In questo caso, devo però ammettere che la navigazione è soddisfacente. La velocità non è ai livelli di Tim (che anche in metro garantiva una connessione 4G ad alta velocità) ma buona per un utilizzo di base dello smartphone. Riesco infatti ad utilizzare YouTube o riprodurre in streaming contenuti su RaiPlay e Sky, anche se per alcuni secondi può capitare che la riproduzione si interrompa per poi riprendere.

L’ assistenza ….?

Il numero di servizio gratuito per i clienti Iliad è il 177, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22, il sabato, la domenica e i festivi dalle 9 alle 20. Ho provato a chiamare più volte, la risposta è stata quasi immediata senza lunghe attese e dall’altra parte ho riscontrato gentilezza e disponibilità. Naturalmente sono call center che rispondono dall’Italia. Ottimo giudizio.

Gli altri operatori come hanno reagito?

Certamente per Iliad la situazione può solo migliorare, ma dobbiamo anche considerare la reazione degli altri operatori che non staranno a guardare e già qualcosa si muove nelle nuove offerte. In questo periodo la concorrenza ha cercato di arginare la fuga dei propri utenti verso Iliad. Queste le offerte proposte.

La nuova offerta di TIM “IperGo“ comprende SMS e minuti illimitati, oltre a 30 gigabyte di traffico dati 4G. Oppure  Vodafone, che offre a 10 euro al mese “Special Minuti 30 GB” con la quale si potranno avere 1000 minuti al mese e 30 gigabyte  di traffico dati in 4G. Infine, Wind offre “Wind All Inclusive Special 7” con 1000 minuti, 500 SMS e 30 gigabyte di traffico dati in 4G al costo di 7 euro al mese. Come possiamo vedere, tutte offerte che sono difficilmente paragonabili con quella di Iliad.

Come fa Iliad a guadagnarci con un prezzo così basso?

Sorge il dubbio come fa Iliad a guadagnare con questo prezzo low cost, che corrisponde quasi alla metà dei prezzi della concorrenza. Ho avuto modo di dialogare con alcuni agenti Iliad, i quali mi hanno illustrato in breve la politica dell’azienda. La scelta strategica è quella di non aprire punti store. Infatti non vedremo negozi con l’insegna Iliad e questo porterà ad un risparmio che verrà riversato sul costo del servizio. Probabilmente non se ne sentirà neanche la mancanza, visto la procedura facilitata per la richiesta online della SIM o tramite le colonnine che troveremo dappertutto. Inoltre, la proposta delle offerte per il momento è unica e non ci perdiamo tra le innumerevoli opzioni e piani tariffari come per altri operatori.

Per concludere ….

In fase di acquisto di una scheda Iliad ero ben consapevole di quello a cui andavo incontro: avrei lasciato un operatore che è leader nel settore telefonico da anni in Italia, per affidarmi ad una nuova società che parte certamente svantaggiata da un punto di vista tecnico se confrontata con gli altri competitor.

Il risparmio che si ha con l’offerta di Iliad è considerevole. Per alcuni può valere il passaggio da altri operatori più consolidati. Altri invece preferiscono spendere qualcosa in più per avere un servizio più affidabile. Io ho deciso di correre il rischio e scommettere nella piccola società francese che è voluta entrare prepotentemente nel mercato italiano, consapevole di poter riscontrare alcuni disservizi, almeno nei mesi iniziali. Tirando le somme, dopo tre settimane di utilizzo, ho trovato soddisfacente la qualità del segnale in città. Durante il viaggio in treno la situazione cambia. Si possono infatti verificare perdite di segnale oppure un degrado della qualità della connessione internet. L’attivazione di nuove antenne nei prossimi mesi certamente risolverà questi inconvenienti, ma allo stato attuale è un fattore da calcolare, soprattutto da chi viaggia molto.

Per concludere, consiglierei Iliad ai miei familiari e amici? L’ho fatto e credo che continuerò a farlo. Nonostante gli inconvenienti di cui ho parlato prima, tutti quelli che hanno attivato una SIM con questo operatore non hanno riscontrato problemi rilevanti in altre zone geografiche. Puoi controllare la copertura della tua zona a questo indirizzo.

Condividi.

Informazioni autore

Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.

Lascia un commento

avatar
  Iscriviti  
Avvisami