Recensione DOOGEE Shoot 2, entry-level con doppia fotocamera

0

Il mercato degli smartphone ha proposto, negli ultimi anni, dispositivi molto performanti ad un prezzo contenuto. Con un importo di 100€ si possono acquistare diversi smartphone convincenti sia dal punto di vista della batteria che della qualità del display. Sono consapevole del fatto che molte persone non hanno la necessità di utilizzare molte delle funzioni che gli smartphone del 2017 hanno da offrire, desiderando scendere sotto la soglia dei 100€. In questa recensione DOOGEE Shoot 2 viene presentato proprio evidenziando queste caratteristiche.

Fino a dieci anni fa era possibile acquistare smartphone Nokia da 20€, ma su questi dispositivi non è possibile installare app come WhatsApp, indispensabili oggi per comunicare. Sono poche le aziende produttrici di smartphone che realizzano dispositivi caratterizzati da un prezzo molto basso e che garantiscano quantomeno le funzioni basilari ed indispensabili nel 2017. In questa recensione vorrei parlarti del DOOGEE Shoot 2, uno smartphone proposto dall’azienda al prezzo di 70$. La dotazione tecnica è sufficiente per un utilizzo basilare ma sono presenti alcune caratteristiche interessanti come la doppia fotocamera, il lettore di impronte digitali e la presenza di Android Nougat 7.0.Recensione DOOGEE Shoot 2 8Se devi acquistare uno smartphone dal prezzo molto contenuto per un utilizzo basilare come chiamate e messaggistica, allora ti consiglio di continuare a leggere questo articolo. Cercherò di evidenziare i pro ed i contro di questa soluzione, valutando se conviene affidarsi all’acquisto di questo prodotto oppure è meglio spendere qualcosa in più per un prodotto più valido.

Recensione DOOGEE Shoot 2:  dispositivo entry-level

Design e confezione di vendita

La confezione di vendita del DOOGEE Shoot 2 è essenziale. L’azienda infatti include, oltre allo smartphone, solo un cavo USB-microUSB ed un caricatore standard da 5V/1A. Passando allo smartphone oggetto di questa recensione, questo si presenta con un design molto simile a quello offerto da Samsung sui suoi dispositivi di qualche anno fa. Sulla parte frontale è presente un ampio display da 5” con risoluzione HD.

Superiormente, di fianco la capsula auricolare troviamo una camera da 5MP, mentre in basso è stato collocato un tasto home fisico che integra anche un lettore di impronte digitali. Il tasto ha una forma ovale, che richiama molto il pulsante fisico presente ad esempio su Samsung Galaxy S6. Ai due lati del tasto fisico sono presenti due tasti soft-touch da utilizzare nell’interfaccia per tornare indietro, oppure per aprire il multitasking. Recensione DOOGEE Shoot 2 7I tasti del volume ed il tasto Power sono tutti collocati sul lato destro, lasciando completamente libero quello sinistro. In alto, l’azienda ha deciso di posizionare l’ingresso microUSB per la ricarica ed il jack da 3.5mm per le cuffie. Sarebbe stato più comodo un ingresso USB Type-C, dato che tutte le aziende stanno convergendo verso questa soluzione. Inoltre, ho notato come molti cavi microUSB che possiedo, fanno fatica ad agganciarsi nella porta di questo smartphone, trovandomi con il dispositivo scollegato dopo averlo messo incarica durante la notte. Consiglio pertanto l’utilizzo del cavo fornito in dotazione, che elimina questo problema.

In basso è presente il microfono di sistema e l’altoparlante, mentre sul lato posteriore è presenta unicamente una doppia fotocamera, con entrambe le lenti da 5MP. Le due schede SIM e la microSD possono essere inserite sollevando la backcover, che mostra anche la batteria da 3360mAh che però non può essere estratta.Recensione DOOGEE Shoot 2 6

Il frame laterale è interamente costruito in plastica, mentre la cover posteriore presenta la parte centrale in alluminio e quella più esterna anch’essa in plastica. Alla vista non dà l’impressione di essere uno smartphone economico. È prendendolo in mano che si possono notare piccole imperfezioni, come la plastica laterale che, almeno nel mio modello, scricchiola nella parte superiore del dispositivo. La parte frontale è interamente nera mentre la backcover è disponibile nelle colorazioni gold, silver e black.

Caratteristiche hardware

L’hardware di DOOGEE Shoot 2 è molto basilare. Il processore utilizzato è il Mediatek MT6580A con architettura Cortex-A7 da 1.3GHz. La GPU invece è la Mali-400, un processore grafico non nuovo, in grado di fornire un supporto basilare alla grafica 2D e 3D. Per quanto riguarda la RAM, il modello in prova ne mette a disposizione 1GB, con 8GB di memoria interna.

È anche disponibile sul mercato un modello con 2GB di RAM e 16GB di memoria integrata, preferibile al primo modello citato. La batteria non è rimovibile ed è un’unità da 3360mAh. Lato connettività, non è presente la compatibilità con le reti 4G ma solo il supporto al 2G e 3G. Presente invece il Bluetooth 4.0

Display

L’azienda ha deciso di utilizzare sul DOOGEE Shoot 2 un’unità da 5”. La tecnologia è IPS e presenta una risoluzione HD, con una densità di pixel di 294dpi. La scelta è dettata sia dalla volontà di mantenere bassi i costi di produzione ma anche per garantire una maggiore durata della batteria. Una minore risoluzione mette infatti meno sotto stress lo smartphone, con la conseguenza che processore e GPU scaldano di meno e non gravano sulla batteria dello smartphone. Manca brillantezza, ma i colori non vengono alterati quando si guarda il display di lato. La risoluzione comunque è sufficiente per garantire una buona navigazione web, in quanto le scritte non risultano sgranate e le immagini vengono ben riprodotte.Recensione DOOGEE Shoot 2 5Presente il sensore di luminosità, ma spesso è necessario gestire manualmente la luminosità del display, impostandola al massimo in esterna per contrastare i raggi del sole e circa a metà, in ambienti interni, per poter utilizzare lo smartphone senza problemi. Anche a luminosità massimo, però, si fa molta fatica ad utilizzare lo smartphone in esterna in presenta della luce diretta del sole.

Ho apprezzato la modalità notte, che rende più caldi i bianchi per affaticare meno la vista durante le ore notturne. Peccato che tale modalità debba essere abilitata manualmente quando si vuole utilizzarla. Segnalo inoltre che è possibile gestire i diversi parametri del pannello tramite le impostazioni di Miravision. In questo modo ogni utente potrà regolarlo a seconda dei propri gusti personali.

Prestazioni

È molto difficili parlare delle prestazioni di uno smartphone con queste caratteristiche. È un dispositivo pensato principalmente per effettuare chiamate ed inviare messaggi. Nell’utilizzo quotidiano si notano spesso blocchi vari oppure perdite di frame rate. Quando si accende lo smartphone eseguendo tutta la fase di avvio, bisogna attendere qualche minuto prima che tutta l’interfaccia venga caricata.

Finita la fase di boot, l’interfaccia diventa un po’ più fluida ed operazioni come la navigazione web, oppure l’utilizzo di app di messaggistica come WhatsApp e Telegram, possono essere eseguite senza alcun tipo di problema. A meno di visitare siti web molto pesanti, Google Chrome permette una visione fluida delle pagine, con alcuni blocchi durante lo scrolling o l’interazione con i siti. La sensazione generale è comunque di attesa. Non si deve avere fretta di portare a termine le operazioni. Con questa consapevolezza, nelle operazioni basilari non si riscontrano particolari problemi.Recensione DOOGEE Shoot 2 4Certamente il DOOGEE Shoot 2 non è pensato per eseguire giochi pesanti come Real Racing, che richiedono qualche minuto solo per poter arrivare al menù principale del gioco. Nonostante ciò, sono riuscito ad effettuare una partita senza particolari impuntamenti, potendo sfruttare la possibilità del gioco di adattarsi alle prestazioni dello smartphone. Altri giochi invece, soffrono maggiormente le basse prestazioni di processore e scheda grafica, rendendo poco piacevole l’esperienza di utilizzo.

Per l’utilizzo social, invece, consiglio l’installazione di Facebook Lite, una versione ufficiale di Facebook pensata principalmente per smartphone entry-level come questo DOOGEE Shoot 2. Per non appesantire molto il dispositivo, consiglio di installare solo le app indispensabili. In questo modo si mantiene lo smartphone più snello e libero da inutili processi che potrebbero rallentarlo maggiormente.Recensione DOOGEE Shoot 2 3Ho apprezzato l’inserimento di un sensore di impronte digitale frontalmente invece che sul retro, come spesso avviene con gli smartphone Android. Seppure l’azienda promette un riconoscimenti dell’impronta a 360 gradi, ho notato che spesso, utilizzandolo con il dito perpendicolare al tasto, sono stati necessari più tentativi per riconoscere l’impronta. La percentuale di successo cresce se invece si poggia il dito verticalmente. Lo sblocco avviene in un paio di secondi.

Sistema Operativo

La nota positiva del sistema operativo è la presenza di Android nella sua ultima versione Nougat 7.0. Lo smartphone è approvato da Google, pertanto sono presenti tutte le app del noto motore di ricerca, oltre ai diversi servizi come Play Store e Google Now. Sono poche le modifiche apportate all’interfaccia di sistema. Tra di esse segnalo l’utilizzo di un nuovo set di icone che non ho apprezzato particolarmente. DOOGEE ha puntato prevalentemente ad inserire servizi che potessero risultare utili all’utilizzatore finale, cercando di non appesantire inutilmente il sistema.

Oltre alla già citata modalità notte, nelle impostazioni si può accedere ad una serie di utili funzioni come Parallel Space, per la gestione di più account in app come WhatsApp o Facebook, oppure DuraSpeed, per velocizzare l’esecuzione delle app, limitando l’attività in background di molte applicazioni. Questa modalità potrebbe bloccare le notifiche di app come WhatsApp o Gmail, ma tramite le impostazioni si possono selezionare le app che si desidera far lavorare in background senza bloccarne le notifiche.Recensione DOOGEE Shoot 2 2Presenti inoltre tutte le funzionalità del nuovo Android Nougat, come ad esempio la modalità Dual Screen, che permette l’esecuzione sullo schermo di due app contemporaneamente. Le prestazioni non saranno eccezionali, ma si riesce comunque ad utilizzare per le operazioni quotidiane. Sono state introdotte anche delle gesture per eseguire determinate operazioni in modo rapido come l’accensione del display del dispositivo.

Multimedialità

DOOGEE Shoot 2 non è pensato per un utilizzo multimediale. L’audio in uscita dall’altoparlante, seppur alto, risulta essere molto ovattato e piatto. L’ascolto di musica o la visione di video ne risente certamente in negativo, pertanto è consigliabile l’utilizzo di cuffie per un ascolto più avvolgente.

Buono l’audio in uscita dalla capsula auricolare utilizzata durante le chiamate, anche se il volume è leggermente basso ed alcune persone potrebbero fare fatica ad effettuare chiamate in ambienti rumorosi. Il microfono invece è chiaro e limpido e gli interlocutori mi hanno sempre confermato di sentirmi molto bene.

Fotocamera

Durante la fase di sponsorizzazione del prodotto, DOOGEE ha puntato molto sulla fotocamera di Shoot 2. Tra le caratteristiche pubblicizzate troviamo certamente la funzione Bokeh sfruttabile grazie alla presenza della doppia fotocamera. È anche presente la possibilità di effettuare scatti in bianco e nero, oltre alle classiche funzioni di panoramica e bellezza viso.Recensione DOOGEE Shoot 2 1Sul campo i risultati non sono soddisfacenti. Anche in presenza di buona luminosità, le foto presentano pochi dettagli e molti punti dell’immagine risultano essere sfocati. Le prestazioni migliorano con le macro, ma basta un po’ di zoom per sgranare la foto. L’effetto Bokeh invece è più convincente rispetto a quello offerto da altri smartphone entry-level, ma non è per niente paragonabile a quello di smartphone di fascia medio-alta.

In definitiva, la fotocamera può essere utilizzata per condividere al volo foto su WhatsApp ma non è all’altezza di foto da scattare per poi poterle rivedere in un secondo momento al PC. Lenta la velocità di messa a fuoco e di scatto, sia con molta luce ma anche e soprattutto in ambienti poco luminosi.

Batteria

La batteria è uno dei punti di forza di questo smartphone. Dovendo alimentare un processore ed una GPU a basse prestazioni, oltre ad un display da 5” HD, l’unità da 3360mAh riesce a garantire un utilizzo di almeno una giornata, arrivando quasi a due giorni pieni a seconda dell’utilizzo che si fa dello smartphone. D’altronde, questa tipologia di dispositivi è stata pensata per un utilizzo basilare ed una batteria con questa capacità non viene mai messa sotto sforzo.

Conclusioni

Nella recensione DOOGEE Shoot 2 si presenta come uno smartphone pensato per un utilizzo molto basilare. Chi lo acquista è consapevole di poter prevalentemente effettuare chiamate ed inviare messaggi su WhatsApp o app simili. Operazioni più complesse evidenziano i limiti di questo processore e della scheda grafica.

DOOGEE Shoot 2 viene proposto al prezzo di 70$ da poter acquistare sui maggiori store internazionali. Lo consiglio certamente a tutte quelle persone che necessitano di uno smartphone per un uso base, come effettuare chiamate, inviare messaggi e fare delle ricerche su internet.

CONDIVIDI
COMMENTO GENERALE
Design
6
Hardware
5
Display
6,5
Sistema Operativo
6,5
Multimedialità
5,5
Fotocamera
5,5
Batteria
6,5
Articolo precedenteLe migliori applicazioni per dispositivi Android con Root
Articolo successivoPresentato DOOGEE X10 ed un nuovo giveaway pasquale
Ingegnere Informatico laureato presso il Politecnico di Milano. Appassionato di tecnologia e programmazione. Esperto e utilizzatore dei prodotti Apple ma anche di Android e Linux.